Ultimo aggiornamento mercoledì 05 agosto ore 10:22

Seguici su:

FacebookInstagramTwitter

{icon.url}5 Agosto 2020 - ore 10:22 Redatto da Meteo.it

L'effetto Stau si genera tutte le volte in cui le correnti atmosferiche impattano perpendicolarmente contro una catena montuosa. L’aria, costretta a salire lungo il pendio della montagna (sollevamento forzato o orografico), si raffredderà adiabaticamente. Il raffreddamento favorirà prima la saturazione dell’aria, poi la condensazione del vapore acqueo in eccesso. Ne conseguiranno la formazione di nubi e lo sviluppo di precipitazioni (sotto forma di pioggia o neve) nel versante sopravento della montagna. Nel discendere poi sul lato sottovento la massa d'aria, ormai secca, si riscalda per compressione, dando luogo ad un vento caldo e secco denominato Föhn.

Voci in ordine alfabetico

Tendenze

Ritorno dell'anticiclone al Nord nella seconda parte della settimana

Ritorno dell'anticiclone al Nord nella seconda parte della settimana

Ancora instabile al Centro-Sud. Aumenterà il caldo al Nord e in Sardegna, ma senza punte eccezionali...

Meteo città

Meteo Italia

Meteo Europa