FacebookInstagramTwitterMessanger

Case a 1 euro in tutta Europa, dove e come comprarle

In Groenlandia e Portogallo le opportunità più interessanti
{icon.url}1 Ottobre 2021 - ore 08:40 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
1 Ottobre 2021 - ore 08:40 Redatto da Redazione Meteo.it
(foto: Unsplash)

Il progetto delle case a 1 euro è iniziato ormai già da qualche anno in Italia, e il tentativo di ripopolare i borghi abbandonati, dopo un inizio un po' stentato, sta ottenendo un discreto successo. Nato come esperimento in Sicilia, ha ben presto coinvolto le altre regioni della penisola, tanto che oggi le case in vendita al prezzo simbolico di 1 euro sono sempre di più.

L’idea è piaciuta anche alle amministrazioni nazionali e locali oltre i confini italiani: diversi stati europei hanno iniziato a proporre un'iniziativa simile, sempre con l’obiettivo di ricreare il tessuto sociale di aree poco abitate, dando nuova linfa all’economia locale e rivalorizzando territori dalle grandi potenzialità che rischiano di restare colpevolmente abbandonati.

Case a 1 euro: davvero un affare?

La prima cosa che si chiede chi conosca per la prima volta iniziative di questo genere è la tipologia di immobile in vendita. Nella maggior parte dei casi si tratta di appartamenti, ville o rustici disabitati da anni, e che quindi necessitano di importanti lavori per potere essere utilizzati e abitati. In questo modo viene data una seconda vita a edifici che altrimenti sarebbero destinati alla demolizione. Molto spesso gli immobili si trovano nei centri storici di piccoli comuni o in borghi antichi, piuttosto lontani dalle città metropolitane e dalle principali arterie stradali.

(foto: Unsplash)

L’acquisto dell’immobile avviene attraverso una specifica asta con base di partenza a 1 euro, ed è vincolato dall’impegno dell’acquirente a svolgere in breve tempo i lavori di ristrutturazione e rivalutazione, il più delle volte entro 1 anno dalla compravendita. A tutto questo si aggiungono una serie di spese per la registrazione dal notaio, l’accatastamento dell’immobile, l’ottenimento di tutti i permessi per l’inizio dei lavori e così via. Insomma, anche se a primo impatto potrebbe sembrare un affare unico e imperdibile, in realtà non è tutto così semplice, ma resta pur sempre un'opzione ben più economica rispetto all'acquisto di una casa già pronta all'uso.

Gli stati europei che si ispirano all'esempio italiano

Come anticipato, sono diversi i paesi europei che hanno seguito a ruota l’iniziativa italiana e hanno proposto bandi per la messa in vendita di immobili di vario genere al prezzo simbolico di 1 euro. Tra questi spicca il Portogallo, dove i giovani si trasferiscono sempre più spesso nelle grandi città, abbandonando i piccoli paesini di provincia e creando una situazione molto simile a quella del sud Italia.

Il progetto portoghese sta ottenendo buoni risultati visto che in tanti, anche dall’estero, hanno acquistato una casa per ristrutturarla e vivere in maniera più economica e tranquilla, lontano dal caos dei centri abitati più popolosi. Oltre a innumerevoli abitazioni a prezzi più che economici, nel paese sono in vendita con formule simili anche molti appezzamenti di terreno a poche migliaia di euro, dove è possibile costruire case o altri edifici.

(foto: Unsplash)

Anche in Danimarca si trovano occasioni di questo tipo, nate per ripopolare aree del paese lontane dai centri abitati più grandi, dove il numero di abitanti sta scendendo molto rapidamente. Restando sempre nel nord Europa, anche in Svezia è stata lanciata un’iniziativa simile, con la speranza di attrarre persone alla ricerca di tranquillità e di un clima fresco tipicamente nordico. Con qualche piccola variazione, progetti di questo genere hanno preso piede anche in Spagna, Croazia, Regno Unito e Germania.

Tra le località che più sorprendono ci sono le Isole Baleari e Ibiza, ma anche in questo caso meglio non farsi prendere dall’euforia: le abitazioni in vendita sono in zone periferiche e necessitano di ingenti lavori di ristrutturazione.

In mezzo alla natura della Groenlandia

Le case a 1 euro sono ormai una moda anche in Groenlandia, dove si sta cercando di incentivare la demografia in alcune aree già piuttosto abbandonate. L’isola più grande del mondo ha caratteristiche uniche e affascinanti e per questo attira visitatori da tutto il mondo. Ora, per chiunque ami il nord, i fiordi, il trekking e molto altro, c’è la possibilità di acquistare a prezzi estremamente convenienti un’abitazione nella terra glaciale tra l’oceano Atlantico e l’oceano Artico.

(foto: Wikimedia Commons)

Molto spesso si tratta delle tipiche case in legno immerse nella natura selvaggia, molto attrattive per gli amanti del contatto diretto con flora e fauna locale. Il motivo per cui queste aree sono poco popolate, oltre al freddo e alle condizioni climatiche non sempre favorevoli, sono le cosiddette notti polari, ossia i lunghi giorni di dicembre dove non si vede mai la luce del Sole e si è costretti a restare per settimane intere sempre al buio. Di contro, però, il sistema di acquisto delle case a 1 euro in Groenlandia è molto efficiente: esiste un sito internet apposito che le classifica e le categorizza in base al prezzo e alla posizione, facilitando non poco la ricerca dei possibili acquirenti.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 18:41
Notizie
TendenzaMeteo, da giovedì 21 nuova perturbazione sull'Italia
Meteo, da giovedì 21 nuova perturbazione sull'Italia
Da metà settimana una perturbazione attraverserà l'Italia, portando nuove piogge in molte regioni: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Ottobre ore 07:05

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154