FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Possibile tempesta geomagnetica di classe G2 per il 31 maggio: è pericolosa? I dettagli

Una tempesta geomagnetica di classe G2 è considerata moderata e, generalmente, non rappresenta un pericolo grave per la maggior parte delle persone. Analizziamo alcuni aspetti
30 Maggio 2024 - ore 12:24 Redatto da Meteo.it
30 Maggio 2024 - ore 12:24 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Una tempesta geomagnetica di classe G2 è prevista per venerdì 31 maggio 2024, a causa di una recente espulsione di massa coronale (CME) diretta verso la Terra. Cerchiamo di capire in maniera più semplice cosa può succedere.

Cos'è l'espulsione di massa coronale (CME)

Un'espulsione di massa coronale (CME) è un evento in cui una grande quantità di plasma e di campi magnetici viene espulsa dalla corona del Sole, la parte più esterna della sua atmosfera. Le CME si verificano quando l'energia magnetica accumulata nel Sole viene improvvisamente rilasciata. Questo avviene spesso in corrispondenza di macchie solari o regioni attive del Sole.

Il plasma espulso durante una CME è composto principalmente da particelle cariche, come protoni ed elettroni, insieme a campi magnetici. Una volta espulso, il plasma viaggia nello spazio a velocità che possono raggiungere milioni di chilometri all'ora. Può impiegare da uno a tre giorni per raggiungere la Terra.

Quando una CME colpisce il campo magnetico terrestre, può causare tempeste geomagnetiche. Queste tempeste possono disturbare le comunicazioni radio, i sistemi GPS, e le reti elettriche. Inoltre, possono produrre aurore boreali e australi con splendidi spettacoli luminosi nel cielo. Le CME possono indurre correnti geomagnetiche sulla Terra che possono danneggiare trasformatori e linee elettriche. Possono anche disturbare il funzionamento dei satelliti e dei sistemi di navigazione.

La tempesta geomagnetica di classe G2 come è considerata?

Le tempeste geomagnetiche di classe G2 sono considerate moderate e possono causare diversi effetti, tra cui:

  1. Reti Elettriche: Possibili fluttuazioni nelle reti di alimentazione elettrica e, in casi estremi, brevi interruzioni del servizio.
  2. Satelliti: Interferenze nelle comunicazioni GPS e problemi minori per i satelliti, che potrebbero includere errori di orientamento e problemi di telecomunicazione.
  3. Aurore Boreali: Aumento della possibilità di avvistare aurore boreali a latitudini più basse del normale, potenzialmente visibili anche negli Stati Uniti settentrionali e in altre regioni lontane dai poli.

C'è da preoccuparsi per la tempesta di classe G2?

Per il pubblico in generale, non c'è da preoccuparsi in modo significativo. Le tempeste geomagnetiche di classe G2 non causano danni diretti alle persone e non rappresentano una minaccia per la salute pubblica. È comunque utile seguire le comunicazioni ufficiali e restare informati sugli sviluppi della tempesta tramite fonti affidabili come il NOAA Space Weather Prediction Center e altre agenzie meteorologiche.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Meteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Confermata la rimonta dell'anticiclone africano, che nei prossimi giorni porterà un'ondata di caldo con picchi fino intorno ai 40 gradi
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Giugno ore 05:58

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154