FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Ora legale 2023, sta per tornare la data in cui spostare le lancette, ecco quando e come

Ora legale 2023, quando e come spostare le lancette? Scopri i motivi legati al cambio dell'ora
15 Marzo 2023 - ore 14:40 Redatto da Redazione Meteo.it
15 Marzo 2023 - ore 14:40 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Tra i vari appuntamenti di marzo c'è anche quello legato al ritorno dell'ora legale. Ma quand'è che dovremmo spostare le lancette degli orologi in avanti di un'ora e perché questo "salto temporale"? Scopri di più sull'ora legale 2023.

Ora legale 2023, quando?

L'ora legale tornerà nella notte tra sabato 25 e domenica 26 marzo quando dovremmo spostare le lancette dei nostri orologi un'ora avanti, con un "salto" dalle 2.00 alle 3.00. L'appuntamento con l'ora legale 2023 ci "ruberà" 60 minuti di sonno, ma in cambio ci regalerà un'ora in più di luce alla sera. Chi ama godere della luce solare quindi può prepararsi a gioire perché le giornate - che già hanno iniziato ad allungarsi con l'approssimarsi della primavera - saranno ancora più lunghe.

Aggiornamento all'ora legale automatico per i dispositivi digitali

In realtà dovremmo spostare in avanti solo le lancette degli orologi e delle sveglie che non dispongono di tecnologia digitale. Per quanto riguarda invece smartphone, tablet, pc e orologi di ultima generazione l'aggiornamento sarà automatico. Per i segnatempo più classici dovremmo ricordarci di spostare manualmente le lancette la sera del 25 marzo - prima di andare a letto - per non trovarsi in ritardo sugli appuntamenti del giorno successivo. In effetti sarebbe impensabile puntare la sveglia alle 2.00 di notte per cambiare le lancette agli orologi di tutta la casa. Ma perché è stato scelto un orario così scomodo per il cambio dell'ora?

Passaggio all'ora legale, i motivi

Se da un lato i motivi che rendono necessario il passaggio all'ora legale sono ormai chiari a tutti, forse non tutti sanno che la scelta dell'orario in cui spostare le lancette ha una ragione ben precisa.

Si tratta infatti di una decisione presa dall’Unione Europea che ha stabilito come ciascun Stato membro debba spostare le lancette seguendo il meridiano di Greenwich, facendo riferimento alle ore 1.00 del mattino dell’ultima domenica di marzo per l'ora solare, e alla stessa ora dell’ultima domenica di ottobre per quella legale. Nel nostro Paese - che si trova un'ora avanti rispetto all'ora di Greenwich - tale orario corrisponde alle 2 di notte.

Quanto durerà l'ora legale?

Fino a quando potremmo beneficiare dell'orario estivo? Come già anticipato il termine per il nuovo passaggio all'ora solare è fissato direttamente dall'Ue nell'ultimo weekend di ottobre, per cui torneremo a riportare le lancette indietro di un'ora nella notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre.

Vantaggi e svantaggi dell'ora legale

Il più grande vantaggio che deriva dall'ora legale è dato dal fatto che - spostando le lancette dell'orologio in avanti - le ore di luce naturale coincidono con quelle di attività della maggior parte della popolazione e si risparmia così moltissimo sul piano energetico.  Senza ora legale infatti, molte ore di luce del primo mattino andrebbero letteralmente "perse", mentre alla sera dovremmo utilizzare un'ora di luce artificiale in più.

Tuttavia per alcuni soggetti il cambio dell'ora non prevede solo benefici, ma può causare stress, insonnia e problemi di concentrazione. Come combatterli? Qui potrete trovare alcuni utili suggerimenti per affrontare il passaggio nel migliore dei modi.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaAltra pioggia e neve a inizio settimana: Italia nel mirino di un'intensa perturbazione. La tendenza da domenica 25
Altra pioggia e neve a inizio settimana: Italia nel mirino di un'intensa perturbazione. La tendenza da domenica 25
Dopo un weekend di pioggia e aria fredda, anche per l'inizio della prossima settimana si profila uno scenario meteo movimentato per un'intensa perturbazione
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Febbraio ore 02:19

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154