FacebookInstagramXWhatsApp

Meteo Italia, scatta allerta arancione e gialla il 25 ottobre da Nord a Sud per rischio piogge e idraulico: le regioni interessate

Nuovo stato di allerta meteo arancione e gialla in Italia per duplice rischio idraulico e temporali. Le regioni e zone coinvolte
Previsione24 Ottobre 2023 - ore 18:00 Redatto da Redazione Meteo.it
Previsione24 Ottobre 2023 - ore 18:00 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

L'Italia è ancora nella morsa del maltempo. In particolare le regioni del Centro-Nord alle prese con un piogge e rovesci intensi e pericolosi da far scattare l'allarme maltempo. La Protezione Civile ha diramato anche per la giornata di mercoledì 25 ottobre un'emergenza meteo in diverse regioni con tanto di allerta arancione e gialla. Ecco tutte le regioni a rischio.

Allerta arancione in Italia: le regioni a rischio idraulico e piogge

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un duplice bollettino di allerta meteo per mercoledì 25 ottobre 2023 in Italia. La prima allerta di colore arancione è il secondo più pericoloso e quando viene diramata sono previsti fenomeni molto intensi, pericolosi per l'incolumità delle persone, con danni sui beni a carattere diffuso. L'allarme meteo per mercoledì 25 ottobre 2023 scatta per il rischio maltempo e piogge in Friuli Venezia Giulia nella zona del Bacino montano del Tagliamento e del Torre.

Non solo, lo stato di allerta arancione di moderata criticità per rischio idraulico è stato emesso anche per un possibile rischio idraulico in Emilia Romagna nelle zone di Pianura piacentino-parmense.

Meteo, allarme maltempo con allerta gialla in Italia: ecco dove

La Protezione Civile ha diramato un bollettino di allerta gialla per mercoledì 24 ottobre 2023. Con il passaggio di una nuova perturbazione torna il maltempo con piogge e fenomeni temporaleschi anche intensi lungo tutto lo stivale. Il rischio di piogge e rovesci ha spinto la Protezione Civile a comunicare uno stato di allerta gialla nelle seguenti regioni e zone:  

  • Basilicata;
  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale;
  • Campania: Basso Cilento, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Alta Irpinia e Sannio, Tanagro, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento;
  • Lazio: Bacini di Roma, Appennino di Rieti, Bacino Medio Tevere, Bacini Costieri Nord, Bacino del Liri, Bacini Costieri Sud, Aniene;
  • Molise: Frentani - Sannio - Matese, Alto Volturno - Medio SangroPuglia: Basso Ofanto, Basso Fortore, Gargano e Tremiti, Tavoliere - bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Adriatica, Salento, Puglia Centrale Bradanica, Sub-Appennino Dauno;
  • Sicilia: Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico.

Per mercoledì 25 ottobre 2023 scatta anche l'allerta gialla per rischio idraulico che corrisponde agli effetti indotti sul territorio dal superamento dei livelli idrometrici critici con possibili eventi alluvionali lungo i corsi d'acqua principali. Ecco le regioni e zone interessate dall'allarme meteo:

  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale;
  • Emilia Romagna: Pianura reggiana, Pianura modenese, Bassa collina piacentino-parmense, Pianura reggiana di Po;
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia;
  • Lombardia: Alta pianura orientale, Pianura centrale, Media-bassa Valtellina, Valcamonica, Laghi e Prealpi orientali, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche;
  • Toscana: Etruria, Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Bisenzio e Ombrone Pt, Etruria-Costa Nord, Etruria-Costa Sud, Lunigiana, Serchio-Lucca.

Infine da non sottovalutare anche lo stato di allerta gialla per rischio idrogeologico nelle regioni e zone:

  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale;
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene;
  • Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante;
  • Sicilia: Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico;
  • Toscana: Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Lunigiana, Serchio-Lucca, Versilia;
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Bolzano;
  • Umbria: Nera - Corno, Trasimeno - Nestore, Chiascio - Topino.
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Meteo, maltempo in Lombardia: scatta l'allerta gialla per rischio temporali il 25 luglio
    Clima24 Luglio 2024

    Meteo, maltempo in Lombardia: scatta l'allerta gialla per rischio temporali il 25 luglio

    Prosegue l'ondata di maltempo in Lombardia colpita ad una nuova allerta meteo gialla per rischio piogge e temporali il 25 luglio. Ecco dove
  • Meteo, nuova allerta caldo con bollino arancione in Italia: l’avviso del Ministero della Salute per il 25 luglio
    Clima24 Luglio 2024

    Meteo, nuova allerta caldo con bollino arancione in Italia: l’avviso del Ministero della Salute per il 25 luglio

    Nonostante il passaggio di una doppia perturbazione atlantica che ha fatto registrare danni e disagi in diverse regioni del Nord e del Sud, in Italia continua a fare caldo anche se l'afa è in attenuazione. Intanto il Ministero della Salute ha diramato un nuovo bollettino di ondate di calore per la giornata di giovedì 25 luglio 2024. Ecco dove. Caldo afoso in Italia: quali sono le città da bollino arancione il 25 luglio? Caldo e afa in attenuazione in Italia complici gli effetti delle perturbazi
  • Meteo, tregua da gran caldo e dall’afa: ma quanto durerà? Le ultime news
    Clima24 Luglio 2024

    Meteo, tregua da gran caldo e dall’afa: ma quanto durerà? Le ultime news

    Secondo le ultime previsioni meteo la tregua da gran caldo e dall’afa quanto durerà? Ecco tutte le ultime informazioni utili sul tempo che farà
  • Meteo, dopo il maltempo torna una nuova ondata di calore: ecco da quando
    Clima24 Luglio 2024

    Meteo, dopo il maltempo torna una nuova ondata di calore: ecco da quando

    Caldo ed afa tornano ad intensificarsi nel weekend con l'arrivo di una nuova ondata di calore in tutta Italia. Le previsioni meteo
Ultime newsVedi tutte


Meteo: nel weekend caldo in aumento! La tendenza fino a fine luglio
Tendenza24 Luglio 2024
Meteo: nel weekend caldo in aumento! La tendenza fino a fine luglio
Nel weekend si conferma una rimonta dell'alta pressione con tempo stabile e caldo in aumento, soprattutto da domenica 28 luglio: la tendenza.
Meteo, ultimo weekend di luglio sotto l'anticiclone: caldo intenso da domenica 28
Tendenza23 Luglio 2024
Meteo, ultimo weekend di luglio sotto l'anticiclone: caldo intenso da domenica 28
L'alta pressione torna sull'Italia: sole e caldo insisteranno almeno fino alla fine del mese di luglio. La tendenza meteo
Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Tendenza22 Luglio 2024
Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Le temperature torneranno ad aumentare gradualmente: da domenica 28, in particolare, il caldo diventerà di nuovo intenso e insistente
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Luglio ore 09:50

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154