FacebookInstagramTwitterMessanger

Mal di schiena, il nuovo studio: “Troppo ibuprofene potrebbe renderlo cronico”

Rimedi come l’ibuprofene o gli antidolorifici steroidei potrebbero nel lungo periodo rendere il problema ancora più grave: a dirlo è un nuovo studio. Servono conferme, ma potrebbe far “riconsiderare come viene curato il dolore acuto”
{icon.url}12 Maggio 2022 - ore 13:29 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
12 Maggio 2022 - ore 13:29 Redatto da Redazione Meteo.it

Le medicine usate più comunemente per contrastare il mal di schiena potrebbero farlo durare di più: a dirlo è un nuovo studio, citato dal New York Times. Secondo la ricerca l’utilizzo persistente di antidolorifici steroidei o di antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene potrebbe trasformare il dolore alla schiena in una condizione cronica. Alcuni esperti invitano però a utilizzare questi risultati con cautela: la ricerca infatti non è un trial clinico, ma si basa sull’osservazione di pazienti, studi sugli animali e analisi di un ampio database di informazioni mediche. “È interessante, ma richiede ulteriori studi”, ha commentato il dottor Steven J. Atlas, direttore medico al Massachusetts General Hospital.

Le linee guida per curare il mal di schiena

Le novità portate da questo studio potrebbero essere importanti: il dottor Bruce M. Vrooman, specialista del dolore al Dartmouth Hitchcock Medical Center negli Stati Uniti, ha definito la ricerca “impressionante”. Se i risultati fossero confermati da un trial clinico, “si dovrebbe riconsiderare come viene curato il dolore acuto”. Le linee guida affermano che per trattare il dolore acuto alla schiena bisognerebbe iniziare con esercizi e terapie fisiche: solo nel caso in cui questi rimedi si rivelassero insufficienti, si passa agli antinfiammatori non steroidei come l’ibruprofene.

Il mal di schiena cronico

Lo studio, pubblicato sul giornale scientifico Science Translational Medicine, include un avvertimento: questi farmaci potrebbero contribuire a rendere cronico il dolore alla schiena, diminuendo così la qualità della vita di chi ne soffre. “C’è bisogno di pensare di più a come trattiamo i pazienti”, ha detto al Nyt la dottoressa Luda Diatchenko, principale autrice dello studio. Una precedente ricerca sosteneva che gli antinfiammatori non steroidei non abbiano quasi nessun beneficio nel trattamento del mal di schiena.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 19:24
Notizie
TendenzaMeteo, caldo decisamente anomalo per il Ponte del 2 giugno
Meteo, caldo decisamente anomalo per il Ponte del 2 giugno
I primi di giugno vedranno protagonista assoluta l’alta pressione africana associata a una massa d’aria molto calda che darà luogo a una nuova e intensa ondata di calore
Mediaset

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Maggio ore 00:24

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154