FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Bici elettrica, quando sono obbligatorie targa e assicurazione?

Avere una bici elettrica è comodo, ma servono targa e assicurazione? Vediamo cosa dice il codice della strada e facciamo chiarezza
20 Ottobre 2022 - ore 13:00 Redatto da Redazione Meteo.it
20 Ottobre 2022 - ore 13:00 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Le biciclette elettriche stanno spopolando negli ultimi anni, ma gli aggiornamenti portati dal Decreto trasporti 2022 potrebbero forse smorzare parte di questo boom. Meglio fare chiarezza: quando, secondo la legge, è obbligatorio avere targa e assicurazione per la propria bici elettrica?

Targa e assicurazione obbligatorie per la bici elettrica: quando?

Due ruote, un sellino, pedalata assistita e tanta praticità e comodità: parliamo delle biciclette elettriche, o anche e-bike, il nuovo modo di circolare in città senza le spese e i consumi di un'automobile. Negli ultimi anni è arrivata anche in Italia quella che ormai è una vera e propria moda e questi mezzi stanno spopolando soprattutto nelle grandi città, dove sempre più persone le preferiscono ai mezzi pubblici per andare al lavoro nelle giornate di sole.

Inoltre gli incentivi messi a disposizione dal Governo italiano hanno dato una spinta decisiva all'acquisto delle e-bike, così come avvenuto anche per i monopattini elettrici. La soluzione è particolarmente comoda, in quanto ci permette di compiere agevolmente degli spostamenti in città senza affaticarci (grazie alla pedalata assistita), facendo bene alla nostra salute, senza inquinare e senza spese, non essendo necessarie né targa né assicurazione. Ma siamo sicuri che quest'ultima convinzione sia sempre vera?

In realtà lo è sempre stata fino alla fine di luglio 2022, ma da agosto - con l'entrata in vigore del decreto legislativo 108/2022, anche noto come Decreto trasporti - si è creata un po' di incertezza al riguardo. Una modifica riguarda infatti proprio la categoria dei velocipedi elettrici, che comprende appunto anche e-bike e monopattini elettrici. Il decreto prevede l'obbligo di immatricolazione con targa e di assicurazione Rc per alcuni modelli: quali di preciso? L'articolo 50 del Codice della strada considera velocipedi elettrici le biciclette con queste caratteristiche:

dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 kW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

Se la vostra e-bike rientra in quanto sopra descritto, al momento non ci sono variazioni legislative e potete ancora circolare liberamente. Se invece il vostro velocipede non rispetta più tutti i parametri di legge in quanto ha subito delle modifiche, questo verrà considerato un ciclomotore con tutte le conseguenze del caso, a partire appunto da targa, libretto e assicurazione obbligatori.

Dunque - in definitiva - possiamo dire che no, non è obbligatorio avere una targa e pagare l'Rca sulla propria bicicletta elettrica a patto che non abbiamo apportato alcun tipo di modifica alla sua alimentazione o al suo motore ausiliario. Sarà sempre così? E' possibile che le cose cambino in futuro, come sta accadendo proprio in questi mesi nel Regno Unito e nuove misure potrebbero arrivare prossimamente anche da noi.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Aprile ore 05:48

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154