FacebookInstagramXWhatsApp

Mozziconi di sigaretta a terra: il 40% degli italiani ignora l'esistenza di una normativa

Gettare a terra dei mozziconi di sigaretta è vietato, ma quasi la metà degli italiani non è a conoscenza dell'esistenza di una normativa. Perchè?
Ambiente14 Ottobre 2023 - ore 08:45 Redatto da Redazione Meteo.it
Ambiente14 Ottobre 2023 - ore 08:45 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Assodato che fumare fa male, le sigarette sono un grande problema anche per l'ambiente visto che il 64% dei mozziconi vengono gettati in luoghi pubblici. Quasi la metà dei cittadini italiani, infatti, ignora l'esistenza di una normativa contro l'abbandono di piccoli rifiuti.

Mozziconi di sigaretta sono un problema per l'ambiente

La campagna “Piccoli gesti, grandi crimini”, realizzata da Marevivo con la partecipazione di BAT Italia e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e del Ministero per la Protezione Civile e le Politiche del Mare ha acceso nuovamente i riflettori sul problema dei mozziconi di sigaretta. Nell'ultimo anno sono state fumate 6 trilioni di sigarette a livello mondiale di cui 4,5 trilioni sono finite nell'ambiente. Basti pensare che, dati alla mano, solo in Italia si registra la cifra record di 14 miliardi di mozziconi di sigaretta gettati nell'ambiente. Un piccolo gesto dannosissimo per la natura, la fauna terrestre e marina, ma anche per la nostra salute.

Dove si gettano i mozziconi i sigaretta? Semplice, una volta spenti vanno gettati nel secco residuo/indifferenziato, ma sono milioni gli italiani che li disperdono nell'ambiente inconsapevoli del danno che arrecano a loro stessi. Un mozzicone di sigaretta gettato in mare ad esempio, non essendo biodegradabile, resta nelle acque per sempre avendo un impatto disastroso sull’ecosistema marino, sulla catena alimentare e di conseguenza sulla nostra salute. Per la quarta campagna di Piccoli gesti, grandi crimini sono state coinvolte quattro importanti città italiane: Milano, Napoli, Trieste e Firenze. Il monitoraggio ha mostrato dei dati davvero allarmanti: il 64% dei mozziconi di sigaretta viene smaltito in ambiente, mentre il 40% dei cittadini italiani non è a conoscenza dell'esistenza di una normativa che regola tale tema.

Gettare i mozziconi di sigaretta: gli italiani favorevoli al posacenere tascabile

I risultati della campagna Piccoli gesti, grandi crimini organizzata a Milano, Napoli, Trieste e Firenze sono stati illustrati sulla Nave Palinuro della Marina Militare. Ecco i dati: riduzione media del 59% del littering da mozzicone nell’ambiente così suddiviso tra le varie città: -73% di littering a Milano, -62% a Napoli, -58% a Trieste e -43% a Firenze. I cittadini coinvolti hanno mostrato un particolare interesse al tema ambientale e alla possibilità di utilizzare dei posacenere tascabili per raggirare un problema che, se non regolamentato, potrebbe diventare pericoloso per la salute di tutti.

Il posacenere tascabile potrebbe essere una soluzione per il  62,4% degli intervistati a Napoli, per il 38,5% dei cittadini di Milano, il 45,5% dei cittadini di Triste e il 53,8% dei cittadini di Firenze. Tutti gli intervistati sono anche favorevoli a renderlo obbligatorio per legge a tutti i fumatori. Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali Marevivo in merito ai dati dell'ultimo anno ha dichiarato: "quest’anno abbiamo distribuito oltre 30mila porta mozziconi, anche in spiaggia, affisso pannelli informativi e provocato cittadini e istituzioni installando nelle città coinvolte la oramai celebre “scena del crimine”. Proprio qui, grazie all’utilizzo della tecnologia basata sul rilevamento satellitare, si è registrata una diminuzione della dispersione dei mozziconi media di quasi il 50%".

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video
    Ambiente18 Luglio 2024

    Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video

    Il video eccezionale di due balene, mamma e cucciolo, che nuotano tranquille vicino alla costa nel Parco Nazionale dell’Asinara
  • Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino
    Ambiente18 Luglio 2024

    Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino

    Il presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha aggredito un turista francese
  • Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta
    Ambiente18 Luglio 2024

    Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta

    Sardegna vittima di un episodio di inciviltà da parte di alcuni bagnanti sbarcati su un'isola protetta
  • Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?
    Ambiente17 Luglio 2024

    Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?

    La cenere dell'Etna sta causando problemi alla città di Catania e ai suoi abitanti. Bisogna smaltirla, ma in futuro potrebbe essere una risorsa
Ultime newsVedi tutte


Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
Tendenza20 Luglio 2024
Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
La prossima settimana segnerà finalmente la fine della lunga ondata di calore che sta interessando l'Italia: rischio di temporali e forti venti.
Meteo, stop alla canicola: dal 22 luglio caldo estivo senza eccessi
Tendenza19 Luglio 2024
Meteo, stop alla canicola: dal 22 luglio caldo estivo senza eccessi
La prossima settimana le temperature torneranno su livelli più normali per la stagione senza afa opprimente. Possibili fasi instabili. La tendenza meteo
Meteo, dal 21 luglio graduale stop al caldo africano: la tendenza
Tendenza18 Luglio 2024
Meteo, dal 21 luglio graduale stop al caldo africano: la tendenza
Da domenica 21 luglio perturbazione al Nord con forti temporali e calo termico. Aria più fresca anche verso il Centro-sud. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Luglio ore 01:01

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154