FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Quando falciare l’erba del prato dopo l’inverno?

Avere un bel prato tutto l’anno è il desiderio di tutti. Una delle domande più ricorrenti quando le temperature cominciano ad innalzarsi è: "quando tagliare l'erba dopo l'inverno?"
14 Marzo 2024 - ore 11:24 Redatto da Redazione Meteo.it
14 Marzo 2024 - ore 11:24 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Con l'arrivo della bella stagione è importante iniziare a riprendersi cura del prato, programmando il primo taglio dell'erba dopo l'inverno, ma anche la pulizia delle sterpaglie accumulate durante la stagione fredda. Se vuoi avere un manto erboso perfetto, marzo è il momento ideale per dedicarsi alle prime operazioni di manutenzione del giardino.

Come prendersi cura del prato a marzo

La stagione invernale sembra ormai destinata a rimanere solo un ricordo e mentre le giornate si fanno via via più lunghe e le temperature si addolciscono è importante iniziare a programmare i primi lavoretti in giardino. Una delle operazioni da fare in questo periodo è quella di falciare il prato, per prepararlo al meglio all'arrivo della primavera. I giardini di marzo mostrano chiari segni del risveglio della natura e un manto erboso curato saprà fare da cornice ideale alle imminenti fioriture.

Come falciare il prato dopo l'inverno

Freddo, pioggia e neve hanno lasciato il segno sul manto erboso e a fine inverno è perfettamente normale ritrovarsi con un giardino che mostra segni di "sofferenza". Foglie, erba secca, rametti spezzati, pozzanghere e muschio hanno preso il sopravvento e la bellezza del prato sembra solo un ricordo.

Questo è il momento ideale per armarsi di un buon tosaerba e degli altri attrezzi da giardinaggio e intervenire per riportarlo al suo originario splendore.

La prima cosa da fare è rimuovere dal terreno i rami caduti, le foglie secche e il muschio con un rastrello. Il nostro consiglio è quello di evitare l'uso del soffiatore che - oltre a produrre inquinamento acustico - potrebbe anche danneggiare tutti quegli animaletti che vivono nascosti sotto le foglie e che sono necessari all’ecosistema del prato.

Una volta tolti i "residui" dell'inverno possiamo passare all'azione anche con il tosaerba. Il primo taglio del prato dopo l'inverno non dovrebbe mai essere troppo aggressiva. Possiamo regolare l'apparecchio in modo tale da lasciare una lunghezza degli steli di almeno 3/4 cm. La stagione può ancora presentare qualche imprevisto e un taglio inferiore finirebbe per danneggiare il prato nel caso in cui si registrino repentini abbassamenti della temperatura nei giorni che seguono la falciatura.

Una volta completato il primo taglio del prato dopo l'inverno, provvediamo a rimuovere l'erba con un rastrello a rebbi stretti, così da favorire l'esposizione alla luce solare degli steli appena tagliati.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Aprile ore 18:32

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154