FacebookInstagramTwitterMessanger

Cometa di Neanderthal: il vento solare ha spezzato la sua coda, cosa succederà adesso?

Il vento solare ha rotto la coda della cometa di Neaderthal. La rottura è stata immortalata dall'astrofotografo austriaco Michael Jaeger. Cosa succede ora?
{icon.url}23 Gennaio 2023 - ore 12:09 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
23 Gennaio 2023 - ore 12:09 Redatto da Redazione Meteo.it

La coda della cometa di Neanderthal è stata rotta dal vento solare. Una frattura immortalata dall'astrofotografo austriaco Michael Jaeger. Cosa succede ora?

Cometa di Neanderthal: cosa è successo?

Il fenomeno celeste di cui si parla moltissimo è la "Cometa di  Neanderthal" così soprannominata per il suo periodo orbitale "dedotto di circa 50.000 anni: nel suo precedente passaggio vicino al Sole e la Terra, in Europa vivevano anche gli uomini di Neanderthal" ha spiegato Giancarlo Cortini, responsabile dell'osservatorio astronomico di Predappio.

Brevemente la cometa altro non è che un corpo celeste composto da "aggregati di roccia, carbonati e silicati in buona parte, frammisti a sostanze volatili, come anidride carbonica, ghiaccio d'acqua". In questi giorni si è parlato tanto di questo corpo celete per uno scatto condiviso dall'astrofotografo austriaco Michael Jaeger in cui viene mostrata una frattura delle coda del corpo celeste.

La coda della cometa dei Neanderthal, infatti, si è rotta a causa di una disconnessione, un fenomeno legato all'azione del vento solare. Le espulsioni di massa dalla corona solare, la parte più esterna dell'atmosfera del Sole, possono durante le esplosione colpire le comete. Un evento di questo tipo era successo in passato già due volte: aprile 2007 per la cometa Encke e a dicembre 2021 per la cometa Leonard.  

Cometa di Neanderthal rottura coda: cosa succede?

La cometa di Neanderthal, ZTF (C/2022 E3), ha raggiunto lo scorso 12 gennaio il punto di minima distanza dal Sole, pari a 166 milioni di chilometri. La rottura della coda è stata causata dalle espulsioni di massa coronale che si sono registrate nell'ultimo mese per l'aumento dell'attività del Sole. L'espulsione di queste particelle cariche elettricamente da parte del Sole hanno colpito la coda della cometa causandone la disconnessione complice anche la presenza del vento solare che ha trasportato l'espulsione di massa dalla corona solare. Cosa succederà ora?

Stando a quanto detto dagli astronomi nulla. La cometa continuerà il suo percorso raggiungendo il massimo della sua luce tra 1 e 2 febbraio quando sarà visibile a occhio nudo per la vicinanza al pianeta Terra.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 06:32
Notizie
TendenzaMeteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Meteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Da domenica 5 probabile calo termico: all'inizio della prossima settimana possibile afflusso di aria fredda con formazione di una circolazione di bassa pressione al Sud
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio ore 09:27

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154