FacebookInstagramXWhatsApp

Che cos'è il codice calore che scatta nei vari pronto soccorso d'Italia?

Il Ministero della Salute vista la grande ondata di calore ha attivato il "codice calore" nei Pronto soccorso. Di cosa si tratta e come funziona?
Salute18 Luglio 2023 - ore 17:17 Redatto da Redazione Meteo.it
Salute18 Luglio 2023 - ore 17:17 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il Ministero della Salute ha dato il via all'attivazione del "codice calore" nei Pronto soccorso. L'Italia è nella morsa del grande caldo con temperature bollenti e da record. Per fronteggiare l'emergenza caldo, il ministero della Salute ha pensato di avviare un nuovo protocollo sanitario per rispondere tempestivamente agli effetti causati dal caldo eccessivo.

Codice calore al Pronto soccorso: la decisione del Ministero della salute

Il piano caldo è stato attivato dal Ministero della Salute con una circolare diffusa ed inviata a tutte le Regioni per fronteggiare la seconda ondata di calore dell'estate 2023. Si tratta del codice calore inserito all'interno di ogni Pronto soccorso per rispondere agli effetti legati dal grande caldo degli ultimi giorni. Con la colonnina di mercurio sempre più in salita verso valori da record per il mese di luglio con picchi di 45-48°, è stato attivato il codice calore nei Pronto soccorso. A comunicarlo è stato il Ministro della Salute Orazio Schillaci attraverso un comunicato ufficiale.  

Codice calore nei Pronto Soccorso, attivazione degli ambulatori territoriali 7 giorni su 7 – h12 per accessi relativi agli effetti del caldo, potenziamento del servizio di guardia medica, riattivazione delle USCAR per favorire l’assistenza domiciliare ed evitare l’accesso inappropriato ai Pronto Soccorso. Sono le raccomandazioni del Ministero della Salute contenute nella circolare diramata alle Regioni per fronteggiare l’emergenza caldo e prevenire gli effetti delle ondate di calore che si stanno susseguendo in queste settimane.

Codice calore, cosa è?

L'attivazione del codice calore è stato richiesto dal Ministero della Salute per fronteggiare l'emergenza caldo dell'estate 2023. Nel comunicato il ministero ha inviato agli ospedale anche delle linee guida: "si invitano le Regioni a valutare la predisposizione di azioni organizzative per rafforzare la risposta ordinaria alle richieste di assistenza sanitaria, in particolare per i soggetti vulnerabili". Non solo, è stata anche richiesta l'attivazione di ambulatori territoriali in grado di fornire assistenza immediata alle persone colte da effetti collaterali legati all'afa e alla calura estiva.

Nel comunicato ufficiale del ministro della Salute si legge: "nello specifico, per fronteggiare al meglio gli effetti del caldo sulla salute si invitano le Regioni a valutare la predisposizione di azioni organizzative per rafforzare la risposta ordinaria alle richieste di assistenza sanitaria, in particolare per i soggetti vulnerabili. Tra queste, è fortemente raccomandata l’attivazione del 'codice calore' ovvero un percorso assistenziale preferenziale e differenziato nei Pronto Soccorso".

Il codice calore è un percorso preferenziale attivato nei Pronto soccorso per tutti i pazienti che arrivano in ospedale per problemi legati al caldo. Una corsia preferenziale con tanto di codice a parte, per l'appunto il codice calore, che permetterà al personale sanitario di poter intervenire subito in caso di pazienti con problematiche legate al caldo. Il Ministero della Salute ha poi confermato dal 15 maggio al 15 settembre anche il bollettino caldo pubblicato quotidianamente. Infine ricordiamo anche il decalogo "Proteggiamoci dal caldo" con i dieci consigli da seguire per affrontare le ondate di calore di questa estate da record.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Ragno violino: come riconoscerlo e cosa fare se si viene morsi
    Salute16 Luglio 2024

    Ragno violino: come riconoscerlo e cosa fare se si viene morsi

    Il morso da ragno violino è mortale? Facciamo chiarezza su questo aracnide notturno e cosa fare se si viene morsi
  • Quanta acqua dovremmo bere per mantenerci idratati nella stagione calda?
    Salute16 Luglio 2024

    Quanta acqua dovremmo bere per mantenerci idratati nella stagione calda?

    Mantenersi idratati durante la stagione calda è fondamentale per la salute e il benessere. Ma quanta acqua bere? Scopriamolo assieme
  • Caldo estremo, stop ai lavori all'aperto nelle ore pomeridiane in alcune Regioni: orario e luoghi
    Salute15 Luglio 2024

    Caldo estremo, stop ai lavori all'aperto nelle ore pomeridiane in alcune Regioni: orario e luoghi

    Sospesi i lavori sotto il sole: 3 regioni italiane adottano ordinanze speciali per contrastare i rischi con il caldo estremo.
  • Come combattere il grande caldo di questi giorni: alcuni consigli utili
    Salute11 Luglio 2024

    Come combattere il grande caldo di questi giorni: alcuni consigli utili

    L'estate è arrivata con il grande caldo, afa e temperature davvero bollenti. Cosa fare per combattere e proteggersi dal calore? Ecco i consigli
Ultime newsVedi tutte


Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
Tendenza16 Luglio 2024
Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
L'ondata di caldo in corso si conferma la più rilevante finora per durata, intensità ed estensione. Afa al Nord e oltre 40 gradi al Centro-Sud.
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Tendenza15 Luglio 2024
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Il caldo intenso insiste per tutta la settimana con calura in aumento al Nord, in particolare nelle giornate di giovedì 18 e venerdì 19 luglio.
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Tendenza14 Luglio 2024
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Caldo afoso per tutta la settimana poi tra il 21 e il 22 luglio le temperature potrebbero calare a partire dalla Sardegna e dal Centro. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Luglio ore 14:10

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154