FacebookInstagramTwitterMessanger

Candele profumate, attenzione perché possono inquinare l’aria

Sapevate che l'aria che respiriamo nelle nostre case e nei nostri uffici è fino a 3 volte più inquinata di quella che c'è all'esterno? La colpa è anche delle candele profumate
{icon.url}11 Gennaio 2023 - ore 19:17 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
11 Gennaio 2023 - ore 19:17 Redatto da Redazione Meteo.it

Dagli Stati Uniti arriva l'allarme: il livello d'inquinamento interno è in genere 3 volte superiore a quello esterno e la causa va attribuita alla cucina, al riscaldamento e anche alle candele profumate.

Le candele profumate inquinano?

Non tira davvero una buona aria nelle nostre case. L'agenzia Usa per la protezione dell'ambiente (Epa), dopo aver condotto degli studi approfonditi, ha affermato che la qualità dell'aria negli ambienti chiusi non è per nulla sana. Nello specifico, è addirittura fino a 3 volte peggiore dell'aria esterna, ma come mai una qualità così pessima? Innanzitutto bisogna pensare che le persone trascorrono circa l'85-90% del loro tempo al chiuso e che l'esposizione a inquinanti atmosferici in aria stagnante nei luoghi chiusi può comportare rischi per la salute. Ognuno di noi inala circa 20mila litri d'aria al giorno, immaginate dunque se gran parte di quest'aria è inquinata cosa può succedere: vi è mai capitato, quando siete dentro casa, di avere irritazione agli occhi, problemi respiratori o mal di testa?

Il tutto può essere causato dalla scarsa qualità dell'aria che respirate nell'ambiente in cui vi trovate. Se credete dunque che per salvarsi dall'inquinamento basti non frequentare le strade di città piene di smog, vi sbagliate. A incidere fortemente sono certamente gli elettrodomestici che abbiamo in casa e in ufficio. Se prendiamo in considerazione la nostra casa, ad esempio, ci vengono in mente la cucina con forni e fornelli, il riscaldamento, i prodotti per la pulizia che rilasciano sostanze chimiche e, infine, anche i diffusori, gli spray per ambienti e le candele profumate. Sono proprio queste ultime quelle che ai nostri occhi sembrano più innocue: la loro semplicità e il loro profumo - che certamente dona un aroma fresco alla nostra casa - sono in realtà delle armi a doppio taglio. Una casa profumata infatti non è sinonimo di una casa la cui aria è sana.

Queste, così come i deodoranti per ambienti, possono rilasciare composti organici volatili e possono anche emettere solventi come etanolo, isopropanolo, glicole dipropilenico e tante altre sostanze altamente nocive. Molte di queste non vengono elencate sulle etichette dei prodotti e nemmeno quelli definiti "green" oppure organici sono esenti dal rilascio di sostanze tossiche. Il consiglio, dunque, non è quello di gettare tutti i deodoranti e le candele profumate demonizzando l'intera categoria, ma di usarli con moderazione poiché la qualità dell'aria vale più del suo odore.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 17:29
Notizie
TendenzaMeteo, lunedì stabile poi febbraio al via con irruzione di aria fredda
Meteo, lunedì stabile poi febbraio al via con irruzione di aria fredda
Inizio settimana stabile con temperature in aumento poi febbraio potrebbe prendere il via con l'arrivo di un nucleo di aria molto fredda. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Gennaio ore 23:49

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154