FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Cambio ora: in che giorno e a che ora esattamente torniamo all'ora legale 2024?

Tutti pronti a spostare di un'ora avanti le lancette dell'orologio? A marzo 2024 è previsto il passaggio all'ora legale
18 Marzo 2024 - ore 09:52 Redatto da Meteo.it
18 Marzo 2024 - ore 09:52 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Con l'arrivo della primavera si passa all'ora legale, la convenzione di spostare avanti di un'ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l'irradiazione del sole durante il periodo estivo. Ecco la data.

Ora legale 2024, quando cambia? A marzo lancette di un'ora avanti

A marzo 2024 torna l'ora legale, ossia il passaggio all'orario estivo con le lancette dell'orologio che vengono spostate di un'ora avanti. La data di entrata in vigore dell'ora legale è tra sabato 30 e domenica 31 marzo 2024 tra le 2 e le 3 di notte. Quest'anno il cambio d'ora avviene nella notte di Pasqua, che ricade tra sabato 30 e domenica 31 marzo. Alle 2 di notte scatta l'ora di legale: le lancette dell'orologio si sposteranno alle 3 e di fatto dormiremo un'ora in meno, ma questo ci permetterà di godere di più ore di sole.

Come mai è stato deciso il cambio dell'ora? Tutto è iniziato durante la Prima Guerra Mondiale. Nel 1918 in diversi paesi, tra cui l'Italia, fu deciso di adottare un'ora diversa per la scarsa presenza di carbone, ma anche per avere tutti la stessa ora. Questa convenzione da allora è diventata automatica anche per alcuni vantaggi dal punto di vista economico e di dispendio di efficienza energetica, visto che godere di un'ora in più del sole equivale a minori consumi dal punto di vista energetico. Spostare un'ora avanti le lancette dell'orologio consente, non solo di più luce e pomeriggi più lunghi, ma anche di un importante risparmio di energia.

Cambio ora, quando l'abolizione?

Da diversi anni si parla di una possibile abolizione del cambio d'ora, ma al momento nulla è stato deciso. A farsi promotori di questa proposta i paesi dell'Europa del Nord che godono, per ragioni di posizione geografica, di più ore di luce al giorno. L'Italia non ha richiesto, al momento, la cancellazione di questa convenzione che ricade due volte l'anno: l'ultima domenica del mese di marzo e l'ultima domenica di ottobre. La decisione naturalmente spetta all'Unione Europea, ma al momento nulla è stato fatto. Il cambio d'ora proseguirà ancora nei prossimi anni.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Aprile ore 18:37

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154