FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Caligo a Genova, la città sotto la nebbia che arriva dal mare: il fenomeno

Negli ultimi anni era solita manifestarsi nel mese di marzo. Si forma per la concomitanza di condizioni molto particolari, come un anticiclone abbastanza forte, un mare ancora freddo e un debole vento da sud: stiamo parlando di caligo, un fenomeno di nebbia fitta
19 Febbraio 2024 - ore 12:00 Redatto da Redazione Meteo.it
19 Febbraio 2024 - ore 12:00 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Foto da X

Nebbia fitta a Genova. La caligo, il (raro) fenomeno della nebbia proveniente dal mare, è tornata a offuscare i quartieri del capoluogo della Liguria, dalla Lanterna al Waterfront di Levante fino ad oscurare addirittura le gru del bacino portuale. Cos'è la caligo e quali sono le cause di questo fenomeno atmosferico che in queste ore ha interessato la città di Genova?

Genova sotto la nebbia: con l'alta pressione torna la caligo

L’alta pressione e le temperature elevate sopra la media di stagione che hanno interessato il Nord Italia nella giornata di ieri, domenica 18 febbraio 2024, hanno provocato alcuni effetti collaterali. Tra questi, ci sono la nebbia in tutto il territorio interessato dalla Pianura Padana e la caligo riapparsa nella città di Genova.

La spiegazione del fenomeno della caligo a Genova

Si tratta del raro fenomeno che interessa solitamente alcune città che si affacciano sul mare. In poche parole, la caligo è la cosiddetta nebbia che arriva dal mare, che nella giornata di ieri ha oscurato diversi quartieri della città ligure di Genova.

Come riporta Arpal, il fenomeno della caligo "si verifica quando un flusso di aria più mite scorre sulla superficie marina ancora piuttosto fredda. L'acqua marina, a contatto con l'aria mite in scorrimento sopra la superficie, evapora e tende a condensare rapidamente, formando minuscole goccioline di vapore".

"Se la temperatura dell'aria raggiunge il punto di rugiada detto 'dew point', - Spiegano gli esperti di Arpal - ovvero la temperatura alla quale occorre raffreddare, a pressione costante, una massa d'aria affinché raggiunga la condensazione, si forma la nebbia che viene poi sospinta sulle coste dalle brezze di mare".

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Aprile ore 16:56

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154