FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Bere alcol con moderazione protegge davvero il cuore? La risposta in uno studio

Secondo una nuova ricerca l’idea che assumere poche bevande alcoliche protegga da malattie cardiovascolari è sbagliata: i rischi di disturbi al cuore aumentano con qualunque quantità di alcol
4 Aprile 2022 - ore 12:28 Redatto da Redazione Meteo.it
4 Aprile 2022 - ore 12:28 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il vecchio adagio secondo cui bere un bicchiere di vino al giorno faccia bene al cuore potrebbe essere falso: a dirlo è un nuovo studio, pubblicato su JAMA Network Open, secondo cui basta una qualsiasi quantità di alcol per aumentare il rischio di soffrire di ipertensione o disturbi alle coronarie.

Smentiti i precedenti studi

Lo studio ha coinvolto quasi 400mila persone nel Regno Unito e mostrato come il rischio di problemi cardiaci aumenti anche assumendo una sola unità alcolica al giorno. Un’evidenza che smentisce quanto suggerito da altri studi finora, secondo cui le persone che bevono moderatamente hanno meno disturbi cardiaci di chi non assume affatto alcol.

“La dose di alcol conta molto”

Il dottor Krishna G. Aragam, uno degli autori dello studio, ha detto al New York Times che sebbene non ci sia una quantità di alcol sicura “la dose importa molto”: i rischi infatti aumentano considerevolmente all’aumentare della dose alcolica. “Bisogna capire che, se si supera un consumo moderato, il rischio aumenta”, ha detto ancora Aragam.

Il consumo di alcol durante la pandemia

Il nuovo studio ha acceso una nuova luce sull’aumento del consumo di alcol durante la pandemia di coronavirus: secondo i ricercatori in media le persone bevono di più rispetto al 2019, e nel 2020 le morti associate al consumo di alcol sono cresciute del 25% negli Stati Uniti. Una crescita che potrebbe causare considerevoli problemi di salute nel medio/lungo termine.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Aprile ore 13:27

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154