FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Allerta meteo arancione e gialla per sabato 22 luglio 2023: ecco le regioni coinvolte

Nuova allerta meteo arancione e gialla per il 22 luglio. A rischio temporali ci sono 5 regioni del Nord tra cui Lombardia e Veneto. Ecco tutti i dettagli
21 Luglio 2023 - ore 18:51 Redatto da Redazione Meteo.it
21 Luglio 2023 - ore 18:51 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

La Protezione Civile ha emanato una nuova allerta meteo arancione e gialla per la giornata di sabato 22 luglio 2023. A rischio temporali vi sono ben 5 regioni del Nord d'Italia. Ecco l'elenco e le varie criticità. La Lombardia e il Veneto, dopo i grassi danni causati negli ultimi giorni da vento forte e grandine, continuano ad essere interessate dal maltempo anche in questo penultimo sabato del mese.

Allerta arancione in Lombardia: l'avviso della Protezione Civile

Allerta arancione in Lombardia per sabato 22 luglio 2023. A rischio temporali vi sono le zone denominate:

  • Alta pianura orientale
  • Pianura centrale
  • Laghi e Prealpi orientali
  • Bassa pianura orientale
  • Bassa pianura centro-orientale

Altre zone della Lombardia, come la bassa pianura centro-occidentale, i laghi e le Prealpi varesine, oltre a: Valcamonica, Appennino pavese, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, bassa pianura occidentale e Nord Idraulico di Milano sono invece in allerta meteo gialla.

Allerta gialla per temporali: le altre regioni a rischio

Tra le altre regioni a rischio temporali vi sono, invece: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto. Le zone coinvolte nel bollettino della Protezione Civile? Per l'Emilia Romagna vi sono:

  • Montagna emiliana centrale
  • Pianura reggiana
  • Pianura modenese
  • Costa ferrarese
  • Bassa collina piacentino-parmense
  • Montagna piacentino-parmense
  • Alta collina piacentino-parmense
  • Costa romagnola
  • Pianura reggiana di Po
  • Collina emiliana centrale
  • Pianura bolognese
  • Bassa collina e pianura romagnola
  • Montagna bolognese
  • Collina bolognese
  • Alta collina romagnola
  • Montagna romagnola
  • Pianura piacentino-parmense
  • Pianura ferrarese

In Friuli Venezia Giulia le zone coinvolte riguardano: Bacino di Levante / Carso, Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia ed infine Bacino del Livenza e del Lemene.

Per quanto riguarda il Trentino Alto Adige vi sono: Provincia Autonoma di Trento mentre per il Veneto: Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Livenza, Lemene e Tagliamento, Alto Piave, Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Piave pedemontano, Basso Piave ed infine Sile e Bacino scolante in laguna.

Rischio idrogeologico: le regioni coinvolte

La Protezione Civile ha previsto anche un rischio idrogeologico in Lombardia e Trentino Alto Adige. occorrerà fare molta attenzione per quanto riguarda la prima regione nelle zone denominate: alta pianura orientale, Pianura centrale, Laghi e Prealpi orientali e Orobie bergamasche e nella Provincia Autonoma di Trento.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, nuova ondata di caldo in arrivo: torna l'Anticiclone Africano
Meteo, nuova ondata di caldo in arrivo: torna l'Anticiclone Africano
Da martedì 18 giugno temperature in generale aumento con punte oltre i 35°C al Centro-sud. Valori più contenuti al Nordovest. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Giugno ore 13:07

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154