FacebookInstagramTwitterMessanger

Asteroid Day 2022: 114 anni dopo Tunguska, tutti i pericoli che arrivano da comete e asteroidi

Anche quest'anno il 30 giugno si celebra l'Asteroid Day, giornata Onu a partire dal 2016 per sensibilizzare l'opinione pubblica sui potenziali rischi che arrivano dagli asteroidi. Ricordando una gigantesca esplosione di un secolo fa
{icon.url}30 Giugno 2022 - ore 12:50 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
30 Giugno 2022 - ore 12:50 Redatto da Redazione Meteo.it

Oggi, 30 giugno 2022, in tutto il mondo si celebra l'Asteroid Day. Ma quando e perché nasce la giornata celebrativa sul rischio impatto comete e asteroidi? Perché l'evento di Tunguska avvenuto 114 anni fa dovrebbe essere un monito sui rischi che corre la Terra

Quando e come nasce l'Asteroid Day?

Era il 2014 quando l'Unesco, su impulso di Brian May, astrofisico e chitarrista dei Queen, Russell Louis "Rusty" Schweickart, astronauta dell'Apollo 9, Danica Remy, presidente della Fondazione B612 e Grig Richters, regista e attivista politico, propose una serie di celebrazioni per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle possibili conseguenze dell'impatto di un asteroide.

Due anni dopo, nel 2016, le Nazioni Unite dichiararono ufficialmente che il 30 giugno di ogni anno si sarebbe celebrata la giornata educativa mondiale. La scelta della data non è affatto casuale: fu proprio il 30 giugno 1908 infatti che un bolide spaziale esplose su un'area disabitata in Siberia,  determinando quello che poi sarebbe stato per sempre ricordato come l'evento di Tunguska.

All'alba del 30 giugno 1908 l'asteroide esplose pochi chilometri sopra un'area siberiana disabitata. Le conseguenze furono impressionanti, e l'onda d'urto prodotta dall'astro celeste riuscì ad abbattere 60 milioni di alberi in una superficie di circa 2.150 km quadrati.

A distanza di 114 anni sicuramente sono molti i passi avanti compiuti dalla scienza, in grado oggi di individuare gli oggetti più vicini a noi, calcolarne le traiettorie future in modo tale da prevenire eventuali impatti con la Terra. Scienziati, astronomi e fisici sono stati trai primi firmatari della 100xDeclaration, documento con il quale chiedono ai governi e alle agenzie direttamente interessate di potenziare di 100 volte (da cui il nome della petizione) conoscenza e sorveglianza dei Near-Earth Object, NEO.

Ci sono un milione di asteroidi nel sistema solare che hanno il potenziale di colpire la Terra e distruggere una città, finora ne abbiamo scoperti meno di 10.000, solo l’1%. Abbiamo la tecnologia per cambiare questa situazione.

Dal testo della Declaration emerge la necessità di potenziare lo studio su questi copri celesti. Vi sono fenomeni naturali sui quali purtroppo non possiamo intervenire, come i terremoti o le eruzioni vulcaniche, e altri sui quali invece possiamo fare molto. I bolidi celesti rientrano tra questi ultimi ed ecco perché è importante mantenere alto il livello di sensibilizzazione su rischi e possibili conseguenze di un loro impatto sul nostro Pianeta.

Asteroid Day 2022, le iniziative in Italia

Dal 2016 il coordinatore dell’evento in Italia è l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project. E' prevista una sessione di osservazione in diretta streaming gratuita il 1 luglio alle ore 22.00.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 15:16
Notizie
TendenzaMeteo, la prossima settimana prevalenza di sole e caldo sopportabile
Meteo, la prossima settimana prevalenza di sole e caldo sopportabile
Anticiclone sul Centro-Nord e in Sardegna. Il Sud e la Sicilia vedranno qualche episodio di instabilità, per lo più nelle zone interne montuose. Caldo senza eccessi
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Agosto ore 19:02

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154