FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Venere era (forse) come la Terra, abitabile e con laghi e oceani

Oggi Venere è un pianeta dal clima infernale, ma se vi dicessimo che una volta era ricoperto da oceani e laghi che lo rendevano vivibile?
17 Marzo 2023 - ore 09:10 Redatto da Redazione Meteo.it
17 Marzo 2023 - ore 09:10 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Vivere su Venere? Una volta era possibile, perché il pianeta era molto simile alla Terra, ma fino a quanto tempo fa?

Vivere su Venere, un tempo era possibile

Pensare a Venere come a un pianeta ospitale e su cui poter vivere risulta oggi impossibile, avendoci abituati a un clima assolutamente inabitabile. Eppure in passato il suo suolo era addirittura ricoperto da oceani e da laghi, rendendolo apparentemente un luogo ideale su cui vivere. Almeno questo è quello che sostiene un team di ricercatori americani del Dipartimento di scienze geofisiche dell'Università di Chicago; il team, composto da Alexandra O. Warren ed Edwin S. Kite, ha simulato la composizione atmosferica di Venere a partire dalla fine di un'ipotetica era abitabile del pianeta. Da qui hanno ipotizzato la presenza di acqua sul suolo e ne hanno calcolato il tasso della perdita d'ossigeno nel corso del tempo. La conclusione è che, per ritrovarsi Venere nella situazione attuale, ha visto prosciugarsi i suoi bacini idrici almeno 3 miliardi di anni fa.

Secondo un altro studio parallelo condotto in Svezia nel 2019, invece, Venere era abitabile 700 milioni di anni fa. Ad ogni modo i laghi e gli oceani presenti, secondo il team statunitense, non erano come quelli terrestri e in media non avrebbero dovuto superare i 300 metri di profondità. Quest'acqua è stata probabilmente persa per fotodissociazione e fuga di idrogeno, causando l'accumulo di ossigeno nell'atmosfera; ossigeno che però oggi non è quasi più presente, essendo l'atmosfera di Venere composta per il 96% da anidride carbonica e per il 3% da azoto, lasciando poverissime percentuali agli altri gas.

L'atmosfera venusiana è famosa appunto per essere densa e corrosiva, con una temperatura superficiale che può arrivare a 464 gradi e una pressione di 90 volte superiore a quella terrestre: praticamente un inferno. Non è un caso che sul pianeta si presenti il più pesante effetto serra di tutto il sistema solare. Ma in che modo conoscere le condizioni di Venere di 3 miliardi di anni fa può interessare agli esseri umani di oggi? No, non è solo curiosità e amore per l'astronomia, c'è dell'altro. Studiare Venere e la sua trasformazione nel pianeta che oggi conosciamo partendo da un'ipotetica condizione di abitabilità nel passato, ci aiuta a conoscere meglio il futuro degli altri pianeti attualmente abitabili, come la Terra.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Meteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Confermata la rimonta dell'anticiclone africano, che nei prossimi giorni porterà un'ondata di caldo con picchi fino intorno ai 40 gradi
Mediaset

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Giugno ore 21:29

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154