FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Tornano i ricci, attenzione ai sacchetti della spazzatura: potrebbero ucciderli

Sapevate che i nostri sacchetti della spazzatura possono essere molto pericolosi per gli animali e soprattutto per i ricci? Ecco come fare per metterli in sicurezza
3 Maggio 2023 - ore 16:48 Redatto da Redazione Meteo.it
3 Maggio 2023 - ore 16:48 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

La primavera e le temperature più miti stanno facendo svegliare dal letargo tanti animali tra cui i ricci. Proprio per salvare le loro vite è bene fare attenzione ai sacchetti della spazzatura, che se utilizzati nel modo sbagliato potrebbero rivelarsi mortali.

Come utilizzare i sacchetti della spazzatura per non uccidere i ricci

Con l'arrivo della primavera, i ricci in letargo e altri animali selvatici si risvegliano dal loro lungo riposo. Questa fase di riposo prolungato è una strategia di sopravvivenza in cui le attività vitali degli animali vengono ridotte al minimo per conservare le energie necessarie per il periodo invernale. Una volta svegli, questi piccoli mammiferi cercano disperatamente cibo e nutrimento per ristabilire le loro riserve energetiche in previsione della stagione degli accoppiamenti.

La loro dieta preferita è costituita dagli insetti, in particolare dai coleotteri e dalle larve, ma durante questo periodo dell'anno, tali fonti di cibo sono rare. Per questo motivo la fame e la ricerca di cibo potrebbe spingere i ricci a scavare tra i sacchetti dei rifiuti. Si pensi in particolare ai sacchetti contenenti cibo per cani e gatti in prossimità delle nostre case, in grado di attirare i ricci a causa del loro odore. Ed è proprio questa una trappola molto pericolosa per questi animaletti spinosi, in quanto potrebbero rimanere feriti - o peggio - tra i rifiuti.

Le regole per posizionare i sacchetti della spazzatura in modo corretto

Conoscono bene la concretezza del pericolo in Germania, dove ogni anno, solo nella regione bavarese, il Landesbund für Vogel- und Naturschutz e.V. (LBV) riceve oltre 10.000 segnalazioni di incidenti che coinvolgono i ricci. Le città sono i luoghi in cui i ricci sono maggiormente esposti ai pericoli, e non a caso la maggior parte delle segnalazioni proviene proprio dalle aree urbane. Pertanto, l'associazione ricorda ai cittadini alcune semplici azioni che possono essere messe in pratica per proteggere i ricci.

Innanzitutto conviene appendere i sacchetti dei rifiuti a poca distanza da terra ricordandoci di metterli fuori dalle abitazioni, ove richiesto, preferibilmente al mattino. Ovviamente riporre i sacchetti nei bidoni appositi scongiura anche l'accesso di altri animali selvatici affamati, azione che può essere nociva sia per noi che per loro. L'ultimo consiglio riguarda l'abitudine di schiacciare le lattine dei cibi umidi per gli animali domestici, evitando così che i gatti e i cani randagi affamati potrebbero rimanere intrappolati e morire. Queste semplici pratiche di comportamento valgono per tutti, in ogni paese, e possono essere adottate da chiunque voglia proteggere questi adorabili animali selvatici.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, nel Ponte del 25 Aprile miglioramento graduale: la tendenza fino al weekend
Meteo, nel Ponte del 25 Aprile miglioramento graduale: la tendenza fino al weekend
Dopo giornate molto fresche e instabili, da metà settimana e per tutto il Ponte del 25 Aprile le condizioni meteo torneranno più stabili e miti
Mediaset

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Aprile ore 18:46

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154