FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Torino, scatta il divieto di fumo all’aperto: di cosa si tratta e quali sanzioni per i trasgressori

A Torino vietato fumare all'aperto. Nel capoluogo piemontese chi verrà sorpreso a fumare nel raggio di 5 metri da altre persone potrà incorrere in sanzioni
16 Aprile 2024 - ore 16:49 Redatto da Meteo.it
16 Aprile 2024 - ore 16:49 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Nel capoluogo piemontese è stato introdotto un nuovo divieto di fumo all'aperto. I trasgressori che verranno colti in flagrante andranno incontro a pesanti sanzioni. Ma quando entrerà in vigore la nuova norma, cosa prevede in dettaglio e quali sono le sanzioni per i trasgressori?

Divieto di fumo all'aperto, il nuovo regolamento comunale

Il consiglio comunale del capoluogo piemontese - riunito ieri 15 aprile nella Sala Rossa - ha approvato la modifica del regolamento di polizia urbana voluta dal consigliere Radicale Silvio Viale. A seguito delle nuove direttive, anche a Torino non si potrà più fumare all’aperto, se nel raggio di 5 metri si trovano altre persone a meno che queste non abbiano dato esplicito consenso. Non sarà invece mai possibile fumare in presenza di donne incinte o bambini.

Un ulteriore passaggio del provvedimento specifica che il divieto riguarda sigarette, sigari, pipe, tabacco riscaldato, ogni prodotto a combustione e le sigarette elettroniche. Sarà quindi vietato fumare alle fermate degli autobus, alle manifestazioni all’aperto, nei parchi e nei dehor.

Si tratta, ha specificato Viale, di una misura sanitaria e di una questione culturale di rispetto dei non fumatori e di buona educazione. Questa regolamentazione mira a ridurre le conseguenze negative del fumo, causa principale di molte malattie gravi, e a sensibilizzare verso un consumo più responsabile del tabacco. Con questa misura i promotori si auspicano anche di riuscire ad aumentare la responsabilità individuale riguardo al corretto smaltimento dei mozziconi, contribuendo a ridurre l’inquinamento e il degrado urbano.

Torino si aggiunge così al capoluogo lombardo. A Milano dal 2021 è vietato fumare in alcuni luoghi all’aperto, nel raggio di 10 metri da altre persone. Rispetto al capoluogo lombardo, Torino riduce quindi ulteriormente la distanza, portandola a 5 metri.

Quando entra in vigore il divieto di fumo all'aperto

Il divieto contenuto all'interno della delibera approvata dal consiglio comunale torinese che interviene sul Regolamento di polizia urbana - modificando l'articolo 7 - sarà in vigore tra due settimane. Sarà infatti necessaria la pubblicazione nell'albo pretorio per dare efficacia alla nuova norma.

Divieto di fumo all'aperto, quali multe a chi non rispetta le distanze?

Coloro che verranno sorpresi con la sigaretta accesa a meno di 5 metri da altre persone saranno sanzionati con una multa di 100 euro, a meno che non abbiano ricevuto consenso esplicito. È invece sempre vietato, e a rischio multa, fumare in presenza di bambini o donne incinte.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, atmosfera instabile fino al weekend del 25-26 maggio: la tendenza
Meteo, atmosfera instabile fino al weekend del 25-26 maggio: la tendenza
Condizioni meteo instabili anche nel weekend per l'arrivo di nuovi impulsi perturbati: la tendenza
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Maggio ore 10:45

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154