FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Stelle cadenti: sono in arrivo le Eta Aquaridi, ecco quando e come vederle

Le Eta Aquaridi 2024 sono tra le piogge di meteore che quest'anno raggiungeranno il picco mentre c’è un minimo di luce lunare nel cielo notturno
30 Aprile 2024 - ore 14:47 Redatto da Meteo.it
30 Aprile 2024 - ore 14:47 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Già ribattezzate tra le migliori piogge di meteore del 2024, le Eta Aquaridi si preparano a dare spettacolo nel cielo. Questo sciame - attivo dal 15 aprile al 17 maggio - raggiungerà nei prossimi giorni il picco, promettendo di tenere con gli occhi incollati al firmamento migliaia di skywatcher.

Arrivano le stelle cadenti di primavera

Maggio sarà un mese particolarmente denso di appuntamenti per gli appassionati di fenomeni celesti. Tra le protagoniste del cielo non potevano mancare le Eta Aquaridi, che come ogni anno si presentano puntuali al loro appuntamento.

Queste stelle cadenti prendono il nome dal loro radiante, ovvero il punto dal quale sembrano avere origine, situato nei pressi dell'omonima stella η Aquarii, nella costellazione dell'Acquario.

Non si tratta di uno sciame particolarmente intenso, come le Leonidi o le Perseidi. Può arrivare a un tasso orario zenitale di circa 60 meteore. Tuttavia difficilmente raggiungono questi numeri alle latitudini settentrionali, a causa del radiante posizionato piuttosto basso all'orizzonte. Come fanno sapere dall'Uai, l'Unione astrofili italiani, saranno coloro che si trovano nell'emisfero meridionale gli osservatori più "fortunati", poiché a Sud dell'Equatore la costellazione dell'Acquario è più alta e offre maggiori possibilità di individuarne un numero cospicuo.

Tuttavia non sono mancati eventi in cui - anche alle nostre latitudini - queste meteore hanno regalato agli osservatori (specialmente a quelli più mattinieri) grandi soddisfazioni. E quest'anno potrebbe proprio essere uno dei più fortunati per chi spera di individuare un gran numero di stelle cadenti a cui affidare i propri desideri.

Eta Aquaridi, il 2024 sarà un anno fortunato?

Le premesse per assistere a uno spettacolo affascinante ci sono tutte. Le Eta Aquaridi 2024 infatti, raggiungeranno il loro momento di picco quando la Luna sarà ormai prossima al novilunio. Sono infatti state definite "una delle 3 piogge di meteore 2024 che raggiungeranno il picco mentre c’è un minimo di luce lunare nel cielo notturno".

Il nostro satellite, ridotto a una sottile falce di Luna crescente illuminato al 14%, sorgerà un paio d'ore prima dell'alba, senza interferire quindi con l'osservazione. Un po' come accadde nel 2005 e nel 2011 quindi, potremmo contare su un cielo abbastanza buio da consentirci di individuare il maggior numero possibile di scie luminose. Potrebbe essere quindi l'anno giusto per affidare a queste spettacolari meteore quei sogni nel cassetto rimasti lì da un po', visto che lo scorso anno queste stelle cadenti hanno raggiunto il picco in prossimità del plenilunio, in cui una Superluna ha finito per mettere in ombra le stelle cadenti.

©Stellarium - cielo del 5 maggio ore 4 circa

Eta Aquaridi 2024, quando ammirarle

Come anticipato questo sciame meteorico è già attivo dallo scorso 15 aprile. Tuttavia sarà nei prossimi giorni che ci regalerà grandi emozioni. Il momento di picco è atteso nella notte tra il 4 e il 5 maggio e, sebbene difficilmente riuscirà a regalarci uno ZHR di 60 meteore, con qualche accorgimento potremmo sperare di individuarne un numero abbastanza consistente.

Per garantirsi le migliori condizioni per l'osservazione consigliamo di allontanarsi dalle fonti di inquinamento luminoso delle città e, dopo aver lasciato passare qualche minuto per dare modo agli occhi di abituarsi all'oscurità, volgere lo sguardo verso la parte più alta della costellazione dell'Acquario.

Per ammirarle non serviranno strumentazioni particolari, e in presenza di cieli sereni la loro osservazione sarà possibile a occhio nudo. Tutti pronti a individuarne il maggior numero possibile?

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, maltempo e temporali anche nei prossimi giorni: quali zone più a rischio? La tendenza dal 28 maggio
Meteo, maltempo e temporali anche nei prossimi giorni: quali zone più a rischio? La tendenza dal 28 maggio
Nessun anticiclone in vista: anche nei prossimi giorni un via vai di perturbazioni porterà maltempo, con pioggia e temporali. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 25 Maggio ore 20:25

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154