FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Fumo e sigaretta elettronica: fa davvero meno male di quella tradizionale?

Un ampio studio commissionato dal governo australiano mette in discussione la tesi. Sembra che non ci siano evidenze scientifiche sufficienti a sostenere che aiuti a smettere di fumare. Dubbi anche sui danni causati alla salute.
28 Aprile 2022 - ore 15:55 Redatto da Redazione Meteo.it
28 Aprile 2022 - ore 15:55 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Bandire le sigarette elettroniche: non solo perché non aiutano a smettere di fumare, ma anche perché hanno forti rischi per la salute. A chiedere la misura drastica è un report, commissionato dal Dipartimento della Salute del governo australiano: si tratta dell’analisi scientifica più ampia finora prodotta sul tema. E i risultati di questa analisi, secondo quanto riporta La Repubblica, non fanno ben sperare.

Le evidenze emerse dallo studio

Secondo le evidenze emerse, sembra che non ci siano prove sufficienti per sostenere che la sigaretta elettronica possa aiutare a smettere di fumare. Inoltre, i non fumatori che provano a "svapare" sarebbero tre volte più propensi a fumare sigarette tradizionali in futuro. Infine il report afferma anche che i danni alla salute causati dalle e-cig sarebbero significativi e spazierebbero dall’avvelenamento fino alle convulsioni causate dalle sostanze tossiche.

La posizione dell’Oms e gli altri studi

Da tempo in realtà l’Organizzazione mondiale della salute ha messo in guardia gli utilizzatori della e-cig. “Non esistono robuste evidenze scientifiche” che le sigarette elettroniche aiutino a smettere di fumare, sostiene l’Oms. Inoltre sono sempre di più le ricerche che sottolineano le correlazioni tra le e-cig e disturbi della salute come malattie croniche ai polmoni, asma e ipertensione.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, vortice sull'Italia ad inizio settimana: tempo instabile fino a mercoledì 26
Meteo, vortice sull'Italia ad inizio settimana: tempo instabile fino a mercoledì 26
La perturbazione darà vita ad inizio settimana ad un vortice di bassa pressione che manterrà il tempo instabile: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 22 Giugno ore 17:28

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154