FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Riscaldamento globale: ecco come sarebbe il mondo a +3° tra caldo violento e megalopoli sott’acqua

Milioni di rifugiati, Shanghai e Rio sotto il livello del mare, caldo violento e meteo estremo. Gli scienziati prevedono entro fine secolo temperature oltre le soglie massime previste dagli accordi internazionali. Con scenari sempre più allarmanti a seconda dell’aumento
14 Maggio 2024 - ore 12:11 Redatto da Meteo.it
14 Maggio 2024 - ore 12:11 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

“Il mondo è sull’orlo dell’abisso”. È intervenuto anche l’ufficio del segretario generale dell’Onu, António Guterres, dopo l’inchiesta del Guardian. L'autorevole quotidiano britannico ha contattato ognuno degli 843 scienziati autori di report del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite (Ipcc). Hanno risposto in 380, tracciando un futuro climatico davvero allarmante per il nostro pianeta.

L’80% prevede, se non ci saranno inversioni di tendenza e politiche davvero efficaci, un aumento delle temperature entro fine secolo di 2,5° rispetto all’epoca precedente l’industrializzazione di massa (1850-1900). La metà non esclude che si arrivi a tre gradi, solo il 6% pensa che resteremo entro quel +1.5° previsto come tetto massimo dagli accordi di Parigi del 2015.

Ora The Guardian traduce in scenari concreti che cosa comporterebbero i diversi livelli di aumento, compresi quelli, davvero da futuro distopico se non apocalittico, oltre i 2,7 gradi.

Alluvioni e caldo estremo

+1,5°. È la soglia di riferimento. Ondate di caldo e tempeste si intensificano, i coralli tropicali vanno verso la morte. Possono essere raggiunti punti di non ritorno per quanto riguarda il collasso della copertura dei ghiacci e lo scioglimento del permafrost.

+2°. Un’ondata di caldo brutale come quella che travolto il Pacifico nordoccidentale diviene 100-200 volte più probabile. I danni delle alluvioni raddoppiano in tutto il mondo.

Migrazioni, città sommerse e carestie

Oltre 2,7°. Due milioni di persone risultano espulse dalla “nicchia climatica”, quelle condizioni in cui tutta la civilizzazione si è sviluppata negli ultimi 10 mila anni.

+3°. Molte grandi città, tra cui per esempio Shanghai, Rio de Janeiro, Miami e L’Aia sono sotto il livello del mare.

Oltre i 3 gradi. L’effetto domino a livello socio-economico è drammatico a livello globale: i prezzi del cibo si impennano, ci sono carenze di cibo e acqua, la catena degli approvvigionamenti va in crisi, i rifugiati per il clima sono milioni.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, weekend del 25 e 26 maggio a rischio temporali: ecco dove
Meteo, weekend del 25 e 26 maggio a rischio temporali: ecco dove
Non accennano a stabilizzarsi le condizioni meteo sull'Italia: nel weekend nuova perturbazione
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Maggio ore 11:13

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154