FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Nuovo Codice della strada: multe fino a 2.600 euro per chi usa il cellulare

Nuove regole in fatto di Codice della strada: multe fino a 2.600 euro per chi usa il cellulare alla guida. Ecco cosa cambierà
18 Settembre 2023 - ore 22:34 Redatto da Redazione Meteo.it
18 Settembre 2023 - ore 22:34 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge in merito alla sicurezza stradale e alla revisione del Codice della strada. La richiesta è stata quella di inasprire le multe per chi usa il cellulare alla guida o per eccesso di velocità. L’obiettivo del governo Meloni è farlo approvare prima dell'inverno: ad oggi le nuove norme non sono ancora entrate in vigore. Ma andiamo a vedere cosa cambia.

Cellulare alla guida: patente sospesa e multe più alte

Regole più rigide per chi usa il cellulare (senza vivavoce) alla guida. Si passa dai 165- 660 euro ai 422-1.697 euro di multa, con sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi fin dalla prima infrazione. Se in due anni si è stati recidivi, oltre alla sospensione della patente da uno a tre mesi, si prevede una multa da 644 a 2.588 euro, oltre a una decurtazione dei punti dalla patente: 8 alla prima infrazione e 10 alla seconda. La patente (per chi ha meno di 20 punti) viene sospesa anche in caso di guida pericolosa o contromano, di passaggio con il semaforo rosso.

Patente revocata per 3 anni per chi è ubriaco alla guida

Chi guida in stato di ebbrezza o dopo aver assunto stupefacenti, rischia la sospensione della patente fino a 3 anni. Per i recidivi, il limite di tasso alcolemico consentito si abbassa a 0 g/l, per tutti gli altri è 0,5. Obbligatorio l’"alcol-lock" da installare a proprie spese in auto: blocca l'auto se rivela un tasso alcolemico sopra lo zero. In caso di reati gravi alla guida, come la fuga dopo un incidente, si applica la revoca della patente a vita. In caso di sospetto di assunzione di droghe è previsto il ritiro immediato della patente.

Fino a 1.400 euro di multa per il superamento dei limiti di velocità

In Italia non è prevista alcuna modifica ai limiti di velocità. Massimo 130 chilometri orari in autostrada e 110 per superstrade e strade extraurbane. Il limite può arrivare a 150 per le autostrade a 3 corsie più quella di emergenza ma sulla base del tipo di tracciato e del traffico. In caso di eccesso di velocità la sanzione diventa più rigida, facendola arrivare fino a 1.400 euro nei casi più gravi.

Per i nuovi patentati passano a 3 (da 1) gli anni di guida obbligatoria prima di poter guidare un’auto di grossa cilindrata. Un minorenne che viene scoperto alla guida senza patente e ubriaco o drogato, dovrà attendere fino ai 24 anni di età poter guidare.

Stretta per monopattini

Regole ferree anche per i monopattini. Per quelli privati sarà necessaria l’assicurazione e un numero di identificazione. Casco obbligatorio per tutti, anche per quelli in sharing. Vietata la circolazione su strade extraurbane con limiti superiori ai 50 km orari. Vietato circolare anche sui marciapiedi e nelle zone pedonali. Volontà del Governo è di ampliare le piste ciclabili. Per gli automobilisti scatta l'obbligo di almeno un metro e mezzo di distanza per superare chi è  bordo di una bici.

Multe per chi parcheggia nei posti per i disabili

Regole più severe anche per chi parcheggia nelle aree riservate ai disabili: per ciclomotori e motoveicoli a due ruote la multa sarà dai 165 a 660 euro, mentre e per i restanti veicoli da 330 a 990.


Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo: stop al freddo nel weekend, ma arriva ancora qualche pioggia. La tendenza da sabato 27 aprile
Meteo: stop al freddo nel weekend, ma arriva ancora qualche pioggia. La tendenza da sabato 27 aprile
Gli aggiornamenti meteo confermano che già dal 25 aprile si attenua l'afflusso di aria fredda, con temperature anche oltre la norma nel weekend
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Aprile ore 03:42

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154