FacebookInstagramTwitterMessanger

Etias, per l’autorizzazione a viaggiare nei Paesi Ue: obbligatorio da maggio 2023, ecco cos’è

Da maggio 2023 nasce Etias, European Travel Information and Authorisation System, non obbligatorio per i cittadini italiani ed europei ma utilissimi per arriva nell'Ue.
{icon.url}9 Maggio 2022 - ore 15:17 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
9 Maggio 2022 - ore 15:17 Redatto da Redazione Meteo.it

Novità in arrivo per viaggiare negli stati dell'Unione Europea. Da maggio 2023, infatti, sarà obbligatorio l'Etias, European Travel Information and Authorisation System. Si tratta di un permesso utile per chi arriva in tutti gli Stati della zona Schengen.

Etias Europa 2022: obbligatorio per viaggiare tra Paesi dell’UE

L'Etias è il nuovo permesso richiesto dal 2022, ma che entrerà in vigore da maggio 2023 per tutti i cittadini che intendono recarsi e spostarsi nei Paesi membri dell'Unione Europea. Si tratta di un vero e proprio pass obbligatorio che consentirà di entrare e uscire negli stati della zona Schengen.

Il permesso ha un costo di 7 euro ma non è richiesto ai cittadini italiani ed europei. Il pass è stato presentato dall'Unione Europea come un sistema di sicurezza indispensabile a tutti i cittadini che provengono da 63 stati extra-Ue per viaggiare liberamente in tutti i paesi della zona Schengen senza bisogno di richiedere un visto. L'unica condizione è che la permanenza non vada oltre i 90 giorni. L'Etias può essere richiesto per motivi di turismo, ma anche di natura professionale, commerciale e/o personale. Sono esenti dal permesso tutti gli studenti e/o lavoratori presenti all'interno dell’area Schengen.

ETIAS, come ottenerlo e validità

Come si ottiene l'European Travel Information and Authorisation System? Tutti i cittadini dei 63 Stati possono richiedere l'Etias collegandosi al seguente link. Come documento è richiesto un passaporto in corso di validità, l'inserimento di tutti i dati anagrafici, il paese europeo di destinazione e il pagamento di una tassa di 7 euro. Una volta approvato, il pass sarà valido per 3 anni durante i quali sarà possibile entrare e uscire da quel Paese più volte purché non si superino i 90 giorni consecutivi di permanenza.

Il nuovo sistema di sicurezza Etias  è entrato in vigore dal 1 gennaio 2022, ma sarà obbligatorio solo da maggio 2023 per richiesta proprio dell'Ue per dare la possibilità a tutti i cittadini di aggiornarsi ed informarsi sul nuovo pass temporaneo.

ETIAS, chi deve richiederlo

L'ETIAS non sarà obbligatorio per tutti i cittadini, tipo gli italiani sono esenti dalla richiesta. Dal 2023 dovranno richiedere obbligatoriamente il pass temporaneo tutti i cittadini dei seguenti paesi: Albania, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Dominica, El Salvador, Georgia, Grenada, Guatemala, Honduras, Hong Kong, Israele , Giappone, Kiribati, Macao, Macedonia, Malesia, Isole Marshall, Mauritius, Messico, Micronesia, Moldavia, Montenegro, Nuova Zelanda, Nicaragua, Palau, Panama, Paraguay, Perù, S. Kitts e Nevis, Santa Lucia, SV e Grenadine , Samoa, Serbia, Seychelles, Singapore, Isole Salomone, Corea del Sud, Taiwan, Timor Est, Tonga, Trinidad e Tobago, Tuvalu, Ucraina, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti, Uruguay, Vanuatu e Venezuela.

Anche i cittadini inglesi, dopo l'uscita del Regno Unito dall'UE, saranno obbligati da maggio 2023 a richiedere l'ETIAS per viaggiare in tutti i paesi dell’area Schengen dell’Unione Europea.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 07:35
Notizie
TendenzaMeteo, da lunedì 12 prima ondata di gelo artico. Neve in pianura? Le ultime novità
Meteo, da lunedì 12 prima ondata di gelo artico. Neve in pianura? Le ultime novità
L'Italia sarà raggiunta da una massa di aria artica, che porterà le temperature minime sotto zero in molte zone del Centro-Nord. Le previsioni meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Dicembre ore 13:40

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154