FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Multe senza frontiere ai veicoli, arriva l'accordo Ue: ecco cosa prevede

Per contrastare quel 40% delle infrazioni stradali che rimangono impunite e combattere la guida spericolata all'estero è arrivato l'accordo dell'UE sulle "multe senza frontiere". Ecco cosa prevede
13 Marzo 2024 - ore 17:59 Redatto da Redazione Meteo.it
13 Marzo 2024 - ore 17:59 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Arriva l'accordo Ue che prevede multe senza frontiere ai veicoli. La misura è stata studiata ad hoc per andare a contrastare quel 40% delle infrazioni stradali che rimangono impunite e per combattere la guida pericolosa. L'obiettivo è quello di sanzionare le infrazioni commesse da automobilisti in un Paese diverso da quello di residenza - violazioni del codice della strada commesse da auto con targhe straniere -  che prima di questo accordo si faticava a rintracciare. Ecco le ultime news

Accordo Ue per le multe senza frontiere: ecco cosa prevede

E' stata raggiunta una prima intesa per combattere il fenomeno legato ai furbetti che sapevano di non poter essere sanzionati se prendevano una multa per aver infranto il codice stradale in un Paese diverso da quello di residenza. D'ora in poi gli automobilisti alla guida di un veicolo con targa straniera potranno essere sanzionati. Il provvedimento servirà anche e soprattutto a "prevenire la guida spericolata all'estero".

Le norme aggiornate oltretutto andranno ad ampliare l'elenco delle infrazioni al codice della strada commesse da conducenti non residenti. In che modo? Ebbene sono previste le sanzioni per:

  • eccesso di velocità
  • guida in stato di ebrezza
  • mancato arresto a un semaforo rosso
  • parcheggi in zone vietate
  • omissione di soccorso
  • sorpassi pericolosi
  • ingresso in ZTL

Una prima intesa: ora serve l'approvazione definitiva

I furbetti che commettono infrazioni con targhe straniere hanno le ore contate devono iniziare a tremare? Pare di sì. L'intesa raggiunta tra Consiglio e Parlamento Ue va in primis ad aggiornare la direttiva del 2015 sullo scambio di informazioni tra le autorità nazionali. Poi? Quale sarà il prossimo passo? Ottenere l'approvazione da ciascuna delle due istituzioni europee.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Meteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Settimana prossima continuerà ad essere fredda, e il passaggio di alcuni impulsi perturbati porterà nuove fasi instabili: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 20 Aprile ore 21:09

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154