FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Che cosa fare in caso di incontro ravvicinato con una vipera

Allontanarsi lentamente e non spaventare l'animale riduce il rischio di attacco. Dopo l'eventuale morso, meglio chiamare subito i soccorsi e mantenere la calma
12 Luglio 2023 - ore 13:49 Redatto da Redazione Meteo.it
12 Luglio 2023 - ore 13:49 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Incontrare una vipera durante una passeggiata in montagna, oppure in un bosco, può essere motivo di forte preocupazione o anche fare scattare un momento di panico. Le reazioni tipiche sono di immobilità estrema oppure di fuga repentina, ma probabilmente nessuno dei due comportamenti è il più indicato per ridurre i rischi. Anche dopo un eventuale morso, comunque, è bene sapere che cosa fare per agevolare i soccorsi e - soprattutto - non peggiorare la situazione.

La vipera non è aggressiva, per propria natura

In generale, le vipere sono prudenti e non hanno alcun interesse ad avere contatti diretti con le persone. Diventano aggressive e potenzialmente pericolose solo quando si sentono messe alle strette o sotto attacco. In questi casi alzano la testa ed effettuano piccoli scatti in avanti, come per simulare una aggressione.

Quando si notano atteggiamenti di questo tipo, il consiglio è molto semplice: allontanarsi lentamente, senza intimidire ulteriormente l’animale. Appena non si sentirà più in pericolo, infatti, sarà proprio la vipera a fuggire, liberando il passaggio.

Nel caso in cui si venga morsi, oltre a mantenere la calma e non farsi prendere dal panico, è importante chiamare subito i soccorsi e attendere sul posto, seguendo le indicazioni che si ricevono. Può essere d'aiuto l'applicazione di un bendaggio leggero, così come il bagnare la ferita con acqua fresca, mentre è sbagliatissimo succhiare il veleno o tentare di incidere la ferita. In generale, si può dire che è sbagliata qualsiasi forma di improvvisazione, perché una scelta sbagliata potrebbe rendere molto più complicato il lavoro dei sanitari e peggiorare la condizione del ferito.

Ma come si può ridurre il rischio di essere morsi? I pericoli maggiori si corrono quando si mettono le mani o i piedi in zone poco visibili, come il sottobosco o gli incavi nella roccia. In questo modo, infatti, si può inavvertitamente urtare una vipera o spaventarla, con tutti i rischi che ne conseguono. Infine, anche l’abbigliamento può aiutare: gli scarponcini da escursione e i pantaloni lunghi riducono la probabilità di essere morsi.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Meteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Colpo di coda invernale sull'Italia dove nella seconda parte di settimana si potrebbe vedere un graduale cambiamento. Ponte del 25 aprile incerto
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Aprile ore 12:23

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154