FacebookInstagramTwitterMessanger

Gasolio e benzina, prezzi alle stelle, in autostrada sfiorati i 2,5 euro al litro

Benzina e diesel, dopo lo stop al taglio delle accise sfiorati i 2,5 euro al litro in autostrada. Un aumento che potrebbe innescare molti altri rincari
{icon.url}8 Gennaio 2023 - ore 15:44 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
8 Gennaio 2023 - ore 15:44 Redatto da Redazione Meteo.it

I prezzi del carburante hanno raggiunto livelli proibitivi, con il gasolio che in autostrada è arrivato a sfiorare i 2,5 euro al litro. Gli incrementi dei listini alla pompa su tutto il territorio nazionale arrivati dopo lo stop al taglio delle accise non sembrano rispecchiare l'andamento delle quotazioni petrolifere, e le associazioni chiedono verifiche onde evitare il rischio di speculazioni.

Prezzi alle stelle per benzina e gasolio

Con il nuovo anno è arrivato lo stop del governo al taglio delle accise sui carburanti, e i prezzi di benzina e gasolio non ci hanno messo molto per tornare a risalire, sfiorando di nuovo i 2.5 euro al litro.

L'allarme arriva dal monitoraggio Codacons, che sulla base dei dati comunicati dai gestori, registra listini record in tutto il Paese. L'impennata ha portato il prezzo dei carburanti a livelli proibitivi in autostrada. Sulla A1 Roma-Milano un litro di gasolio in modalità servito costa 2,479 euro, mentre la benzina è arrivata a costare 2,392 euro/litro. Le cose non vanno certo meglio sulla Autostrada A4 Brescia-Padova, con la benzina a 2,384 euro/litro, e il diesel a 2,449 euro/litro.

Alla luce degli ultimi rincari il presidente Codacons Carlo Rienzi ha ribadito

Stiamo assistendo a forti incrementi dei listini alla pompa in tutto il territorio, la cui entità non sembra in alcun modo giustificata dall'andamento delle quotazioni petrolifere. Per tale motivo abbiamo presentato un esposto a 104 Procure di tutta Italia e alla Guardia di Finanza, chiedendo di indagare sui prezzi di benzina e gasolio allo scopo di accertare eventuali speculazioni o rialzi ingiustificati dei listini.

Assoutenti, sul gasolio le tasse più alte d'Europa

Una nuova emergenza si sta abbattendo sugli italiani, già colpiti negli ultimi mesi dal caro bollette. Lo ribadisce Assoutenti, che punta il dito contro la tassazione abnorme attualmente in vigore su benzina e diesel nel nostro Paese. Sul fronte dei carburanti - denuncia l'associazione - l'Italia è al terzo posto in Europa per il prezzo del gasolio e al quarto per la benzina.

Se poi consideriamo solo le imposte, il Bel Paese occupa il primo posto in classifica per la tassazione sul gasolio, con ben 0,958 euro di tasse su ogni litro di diesel - continua il presidente Assoutenti Furio Truzzi - e gli automobilisti italiani pagano un litro di gasolio 24,2 centesimi in più rispetto alla media europea.

Aumento carburanti, il rischio di rincari a cascata

Gli automobilisti che - per fare il pieno - devono sborsare di più, vedranno ripercuotersi gli effetti del caro carburante anche sul carrello della spesa. L'aumento di benzina e gasolio infatti porterà inevitabilmente a un rialzo dei prezzi dei beni viaggianti, con conseguente crescita dell'inflazione dopo il lieve calo registrato a dicembre.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 20:26
Notizie
TendenzaMeteo: qualche pioggia a fine gennaio. La tendenza per l'inizio di febbraio
Meteo: qualche pioggia a fine gennaio. La tendenza per l'inizio di febbraio
Gennaio si chiude con un'attenuazione del freddo e dell'instabilità. A inizio febbraio migliora il tempo, ma occhio agli impulsi freddi: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Gennaio ore 01:53

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154