FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Cosa ci riserva il cielo di giugno? Luna di Fragola, "baci" spaziali e solstizio d'estate: tutti gli appuntamenti da segnare sul calendario

Appassionati di astronomia, pronti a segnare sul calendario tutte le date degli eventi celesti di giugno 2024? Scopriamoli nel dettaglio
24 Maggio 2024 - ore 16:29 Redatto da Meteo.it
24 Maggio 2024 - ore 16:29 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il mese che sta per iniziare è decisamente ricco di eventi astronomici. Tra i più attesi c'è sicuramente il solstizio d'estate, che segnerà ufficialmente l'ingresso nella stagione più calda dell'anno. Ma non mancheranno neppure affascinanti congiunzioni, piogge di stelle cadenti e l'immancabile plenilunio, che in questo mese ci regalerà una Luna Piena di Fragola. Pronti a segnare tutte le date in rosso sul calendario?

Giugno 2024, eventi celesti da non perdere

Le ore di sole continuano ad aumentare ma - sebbene sempre più breve - la notte vede "affacciarsi" diverse costellazioni estive che ci faranno compagnia per i prossimi mesi.

Questo è infatti il mese in cui prende il via ufficialmente la stagione più calda, e se il 1° giugno segna l'inizio dell'estate meteorologica, qualche settimana più tardi entreremo anche nella stagione astronomica. Quest'ultima non ha una data fissa, e a segnare il suo ingresso è il solstizio d'estate, che quest'anno sarà il giorno 20. Proprio questo è uno degli eventi astronomici più attesi in questo mese, ma non è certamente il solo. Avremo infatti modo di ammirare stupende congiunzioni, piogge di stelle spettacolari e la Luna di Fragola 2024.

Solstizio d'estate, la magia di un evento imperdibile

Come anticipato si tratta di uno degli eventi astronomici principali di questo mese. La prima data da segnare sul calendario per non perdersi questo momento è quella del 20 giugno. Alle 20:51 TU (22:51 ora italiana) il Sole toccherà il punto più alto e più settentrionale nel cielo, dando origine al giorno più lungo dell'anno. In questa data la nostra stella sorgerà alle 5:36 e tramonterà alle 20:51: il giorno durerà 15 ore e 15 minuti.

Se avete in mente di programmare un viaggio potrete prendere in considerazione l'idea di dirigervi in località dove questo evento si mostra particolarmente suggestivo. Tra i luoghi più noti per ammirare il solstizio d'estate c'è sicuramente il monumento megalitico di Stonehenge, ma non mancano località italiane dove è possibile godere di visioni quasi magiche. Tra le mete italiane più belle per ammirare questo spettacolo segnaliamo il Pantheon a Roma.

La Luna di Fragola 2024 brilla nel cielo di giugno

Il plenilunio di giugno si verificherà il giorno 22 alle 01:08 GMT (03:08 ora italiana), ed è conosciuto anche con il nome di Luna di Fragola. Questo appellativo - come spesso accade - nasce dalla tradizione dei nativi americani di identificare con i diversi nomi le caratteristiche del periodo. Questo è tipicamente il periodo in cui abbondavano le fragole.

Ma non è il solo termine con il quale si identifica il plenilunio di giugno e, oltre a Strawberry Moon, è spesso indicato anche con il nome di "Luna delle Rose", "Luna Piena dei Fiori" o "Luna del Miele". Ciascuno di questi termini è legato alle caratteristiche del mese, e se da un lato si vuole omaggiare il tempo in cui i fiori sbocciano riempiendo i prati con i suoi colori, dall'altro vi è un chiaro riferimento al periodo dei matrimoni, e all'usanza di regalare ai novelli sposi l'idromele o il miele, come augurio di fertilità.

Congiunzioni di giugno 2024

Nel corso del mese di giugno assisteremo a tre affascinanti congiunzioni. Ad aprire le danze saranno Luna e Marte, che si troveranno vicini nella costellazione dei Pesci il prossimo 3 giugno poco prima del sorgere del Sole.

Dopo aver salutato il Pianeta Rosso, il nostro satellite si dirigerà verso la costellazione del Toro, dove il 5 giugno incontrerà Pleiadi, Giove e Mercurio. Alla vigilia della Luna Nuova sarà una sfida riuscire a scorgere almeno una parte dei numerosi astri concentrati sull’orizzonte a Est-Nord-Est, in un cielo già illuminato dalle prime luci dell’alba. La sottilissima falce di Luna si troverà vicino alle Pleiadi e ai pianeti Giove e Mercurio. Nel gruppetto di astri ci sarà anche Urano, che però non sarà visibile a occhio nudo.

L'ultima "danza" del mese è prevista nella notte tra il 26 e il 27 giugno. In questa occasione i protagonisti del firmamento saranno Luna e Saturno, che si troveranno vicinissimi nella costellazione dall'Acquario. Le ore migliori per ammirare la "danza" tra il nostro satellite naturale e il Signore degli Anelli sono quelle comprese nella seconda parte della serata.

Sotto una pioggia di stelle cadenti, gli appuntamenti di giugno

Giugno si presenta particolarmente favorevole per l'osservazione delle stelle cadenti. Se avete qualche desiderio da realizzare non potrete mancare all'appuntamento con gli sciami meteorici del mese.

Già nei primi giorni del mese sarà possibile contare sui "residui" delle Eta Ophiuchi, che sebbene abbiano raggiunto il loro livello massimo in maggio continueranno a regalarci qualche sporadica stella fino al 18 giugno.

Tra gli sciami particolarmente attivi in questo mese troviamo invece le tau Erculidi, che raggiungeranno il picco il 3 giugno. L'osservazione di queste meteore antiche sarà quest'anno favorita dall'assenza di disturbo lunare e non è da escludere che possano regalarci enormi soddisfazioni.

Tra gli sciami meteorici da tenere d'occhio ci sono anche le chi Scorpidi e le gamma Sagittaridi, entrambe arte del sistema complesso delle Scorpidi-Sagittaridi che raggiungeranno il picco poche sere dopo, il 5 e il 6 giugno.

L'11 giugno invece tocca alle gamma Delfinidi il compito di "infiammare" il cielo. Solitamente non si tratta di meteore dalle grandi prestazioni, ma nel tempo hanno fatto registrare degli outburst che hanno tenuto con gli occhi incollati al cielo migliaia di skywatcher, come nel 1930 quando si registrò uno ZHR 200 in appena 30 minuti.

Il 16 giugno saranno ben tre gli sciami meteorici che raggiungeranno il picco, e oltre alle Liridi di giugno ci saranno anche le theta Ofiuchidi e le xi Draconidi.

Bis celeste previsto anche la notte successiva - il 17 giugno - quando a dare spettacolo saranno le gamma Draconidi e le Aquilidi.  

Nella notte tra il 19 e il 20 giugno toccherà alle Sagittaridi prendere in consegna i desideri rimasti da esaudire. Se ne rimane ancora qualcuno potremmo contare su altri tre sciami, che arriveranno a fine mese. Il 27 toccherà alle Bootidi di giugno, il 28 alle rho Sagittaridi e il 29 alle tau Aquaridi.

Non dimentichiamoci poi delle Beta Capricorni. Questo sciame sarà attivo dal 16 giugno al 31 luglio e - sebbene il picco sia previsto per il giorno 12 del prossimo mese - non è da escludere che possa mostrare già qualche attività.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, dal 27 giugno caldo in aumento: le zone oltre 35°C
Meteo, dal 27 giugno caldo in aumento: le zone oltre 35°C
Alta pressione in rinforzo da metà settimana con temperature in aumento: per il Centro-sud si profila l'avvio di una nuova ondata di caldo africano. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Giugno ore 05:06

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154