FacebookInstagramXWhatsApp

Campi Flegrei, la relazione degli esperti sul coinvolgimento di sette Comuni e il piano: i dettagli

Sette comuni coinvolti per un totale di 500 mila persone da evacuare. Gli esperti continuano a monitorare la situazione dei Campi Flegrei e ad aggiornare il piano per mettere tutti al sicuro se il livello di pericolo dovesse innalzarsi
ALTRO14 Ottobre 2023 - ore 08:49 Redatto da Redazione Meteo.it
ALTRO14 Ottobre 2023 - ore 08:49 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Le zone coinvolte

Cosa sta succedendo ai Campi Flegrei e soprattutto cosa emerge dalla relazione degli esperti? A quanto pare è stato evidenziato il possibile coinvolgimento, in una eventuale eruzione, di ben 7 comuni. Ecco cosa viene detto e quale potrebbe essere il piano per evacuare.

Campi Flegrei: la relazione degli esperti

Nella relazione degli esperti si evince che in caso di fenomeni eruttivi potrebbero "essere coinvolti ben sette comuni, alcuni integralmente, altri parzialmente, che sarebbero interessati da un flusso piroclastico, cioè da nube ardente che creerebbe condizioni tali da risultare incompatibili con la vita umana".  A sottolineare questo concetto è stato in primis, durante un'audizione da remoto in commissione Ambiente della Camera, il direttore generale dei lavori pubblici e protezione civile della Regione Campania Italo Giulivo

In seguito ad incontri effettuati congiuntamente alla commissione grandi rischi però si è potuto constatare che non vi sia ad oggi risalita magmatica, ma che per ora si possa parlare solo di sollevamento, condizione che in passato si è verificata già in diversi anni di particolare crisi. Quanto si è alzata la terra negli ultimi anni? Ebbene le stime sono davvero sorprendenti perché dal 2016 ad oggi si parla di un innalzamento del suolo pari a ben 115 centimetri.

Cercando di capire le effettive condizioni dei Campi Flegrei, monitorando i vari cambiamenti del suolo, ma anche cercando di prevedere cosa potrà accadere nel prossimo futuro secondi i vari dati in possesso, gli esperti hanno iniziato a stilare un piano e continuano ad effettuare tutte le verifiche del caso. Occorre sì monitorare l'innalzamento del suolo, le scosse e le varie evoluzioni, ma bisogna anche tener presente dei problemi correlati che si possono ripercuotere sui servizi essenziali. Un esempio? Occorre controllare la possibilità di ripercussioni sui trasporti su gomma e su ferro, ma anche quelli legati ai servizi idrici e alle fogne.

Aggiornato il piano di evacuazione: cosa prevede?

Nel frattempo la Regione Campania ha aggiornato il piano di evacuazione tenendo conto delle esercitazioni. Quest'ultimo coinvolge ben 500 mila persone. Si è prevista per tutti i coinvolti una modalità autonoma e una modalità assistita, ovvero si è andati a cercare di capire chi potrà evacuare e spostarsi in autonomia raggiungendo seconde case lontane dalla zona o amici e parenti e chi, invece, ha bisogno del sostegno delle istituzioni. Secondo quanto affermato da Giulivo: "Le persone si raccoglierebbero nelle aree di attesa, dove troverebbero i mezzi del sistema di mobilità che li accompagnerebbero presso le aree di incontro, già poste lontane dalla zona di pericolo, e di qui verso le aree di accoglienza, presso i comuni delle regioni con le quali sono stati siglati appositi gemellaggi".

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video
    Ambiente18 Luglio 2024

    Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video

    Il video eccezionale di due balene, mamma e cucciolo, che nuotano tranquille vicino alla costa nel Parco Nazionale dell’Asinara
  • Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino
    Ambiente18 Luglio 2024

    Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino

    Il presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha aggredito un turista francese
  • Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta
    Ambiente18 Luglio 2024

    Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta

    Sardegna vittima di un episodio di inciviltà da parte di alcuni bagnanti sbarcati su un'isola protetta
  • Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?
    Ambiente17 Luglio 2024

    Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?

    La cenere dell'Etna sta causando problemi alla città di Catania e ai suoi abitanti. Bisogna smaltirla, ma in futuro potrebbe essere una risorsa
Ultime newsVedi tutte


Meteo, stop alla canicola: dal 22 luglio caldo estivo senza eccessi
Tendenza19 Luglio 2024
Meteo, stop alla canicola: dal 22 luglio caldo estivo senza eccessi
La prossima settimana le temperature torneranno su livelli più normali per la stagione senza afa opprimente. Possibili fasi instabili. La tendenza meteo
Meteo, dal 21 luglio graduale stop al caldo africano: la tendenza
Tendenza18 Luglio 2024
Meteo, dal 21 luglio graduale stop al caldo africano: la tendenza
Da domenica 21 luglio perturbazione al Nord con forti temporali e calo termico. Aria più fresca anche verso il Centro-sud. La tendenza meteo
Meteo: nel weekend temporali e lieve attenuazione del caldo. Si intravede la fine?
Tendenza17 Luglio 2024
Meteo: nel weekend temporali e lieve attenuazione del caldo. Si intravede la fine?
Nel weekend possibile transito di una perturbazione con lieve attenuazione del caldo africano. Si intravede dunque la fine dell'ondata di calore?
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Luglio ore 14:56

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154