FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Autovelox: divieto di installazione nelle strade larghe con il limite di 50 Km/h?

Quattro le novità principali allo studio di un nuovo decreto. Più una, già approvata in Parlamento. Ecco i cambiamenti in vista con l’obiettivo di evitare multe non necessarie
21 Febbraio 2024 - ore 15:50 Redatto da Redazione Meteo.it
21 Febbraio 2024 - ore 15:50 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il governo sta lavorando a un decreto, previsto entro marzo, per regolamentare l’uso degli autovelox. “Non può esserci il fai da te”, ha detto il ministro dei trasporti, Matteo Salvini, “per salvare vite vicino a scuole, ospedali, una curva pericolosa ci sta, ma piazzati dalla sera alla mattina su stradoni per tassare gli automobilisti hanno poco a che fare con la sicurezza”.

Oltre alla valutazione degli autovelox su queste strade larghe a 50 all’ora, allo studio poi, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, ci sarebbe anche il divieto di alternare limiti di velocità con un ampio distacco. Perché, per esempio, scendere da un limite di velocità solitamente a 110 all’ora a 60 porta a confusione e multe in serie ed elevate. Niente autovelox quindi dove il limite di velocità è inferiore di almeno 20 km/h rispetto a quello standard, di 90 per vie provinciali e regionali e di 70 per le superstrade.

Ogni misuratore dovrà essere installato in un punto per un motivo specifico, soprattutto una necessaria tutela della sicurezza. L’apparecchio dovrà risultare inoltre ben visibile dalla carreggiata e segnalato con indicazioni almeno 80 metri prima sulle strade comunali e un chilometro fuori dai centri abitati.

Si pensa anche a stabilire una distanza necessaria tra un autovelox e un altro. In Parlamento intanto è stato approvato un emendamento per limitare le multe. Se se ne compiono più di una nello stesso intervallo, entro un'ora, verrà applicata solo la sanzione relativa all'infrazione più grave.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Aprile ore 17:18

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154