FacebookInstagramTwitterMessanger

Animali in via d'estinzione nel mondo: quali sono le specie a rischio

Quali sono le specie animali a rischio estinzione? Ecco le 10 da tutelare di più nel mondo (e le 8 in Italia) secondo la Lista Rossa Iucn. Dall'Elefante di Sumatra alla Pernice Bianca.
{icon.url}7 Febbraio 2022 - ore 16:29 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
7 Febbraio 2022 - ore 16:29 Redatto da Redazione Meteo.it

Dal Rinoceronte di Giava al Gorilla di montagna fino all'Elefante di Sumatra, di cui vediamo qui sopra uno dei pochi esemplari rimasti in vita. Sono purtroppo molte le specie di animali che rischiano l'estinzione nel mondo. Inquinamento, riscaldamento globale, deforestazione e bracconaggio stanno mettendo a rischio la sopravvivenza di mammiferi, anfibi, uccelli e rettili. Ecco cosa sta succedendo.

Animali a rischio estinzione a causa dell'uomo

Riuscire a fare una stima esatta delle specie animali che si estinguono ogni anno è complicato. L'estinzione delle specie animali è un fenomeno naturale che esiste da sempre. Eppure negli ultimi anni l'attività dell'uomo ha spesso contribuito ad accelerare (se non addirittura innescare) il fenomeno, con comportamenti sbagliati. Basta pensare all'agricoltura intensiva, alla deforestazione, al commercio illegale e al bracconaggio per comprendere i danni causati all'habitat naturale degli animali e alla loro stessa sopravvivenza.

Queste azioni hanno portato a dati allarmanti: si calcola che a oggi il 23% dei mammiferi, il 25% dei rettili, il 14% degli uccelli e il 41% degli anfibi è a rischio estinzione. I dati sono confermati anche dalle associazioni ambientaliste, che stimano che circa 5.000 specie animali siano in pericolo.

Un'altra conferma arriva anche dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), che dal 1964 pubblica ogni anno una Lista Rossa dove sono riportate le specie in via d'estinzione.

Liste Rosse Iucn, cosa sono?

Si tratta di un elenco che, come già accennato, viene pubblicato annualmente dove viene riportata la stima precisa della situazione il Pianeta. L'Iucn è infatti la più autorevole istituzione scientifica a livello mondiale e tra i suoi compiti vi è anche quello della redazione di liste rosse delle specie selvatiche (Iucn red list, Red data list o Iucn red list of threatened Species) che costituisce il più ampio database di informazioni sullo stato di conservazione delle specie animali e vegetali a livello globale.

Nella Lista Rossa sono riportate le varie specie animali classificate in base al loro status di conservazione e alle "minacce" per la loro sopravvivenza. I dati che emergono sono preoccupanti, poiché evidenziano oltre 30mila specie animali a rischio estinzione (più o meno elevato) e prossime alla scomparsa definitiva.

In base all'ultima Lista Rossa Iucn vi sarebbero 73 specie animali estinte di recente, che vedono tra le altre il geco di Christmas Island (Lepidodactylus listeri), la tartaruga nera dal guscio molle (Nilssonia nigricans), l’orice dalle corna a sciabola (Oryx dammah) e l’ara di Spix (Cyanopsitta spixii).

Animali a rischio estinzione nel mondo: lista

Oltre a questi ormai estinti, ve ne sono molti che rischiamo di perdere nei prossimi anni a causa dei danni dell'uomo all'habitat terrestre. L'attenzione degli scienziati è rivolta verso 10 specie che ancora (fortunatamente) popolano il Pianeta, ma che potremo vedere presto scomparire perché la loro speranza di sopravvivenza è ormai ridotta al minimo.

Ecco l'elenco di queste 10 specie.

  • Rinoceronte di Giava (Rhinoceros sondaicus) di cui esistono soltanto 60 esemplari nel Parco nazionale di Ujung Kulon in Indonesia.
  • Leopardo dell’Amur (Panthera pardus orientalis), considerato il felino più raro al mondo, con appena 103 esemplari censiti, di cui soltanto 6 femmine.
  • Vaquita (Phocoena sinus), focena del Golfo di California di cui, a oggi, sopravvivono appena 12 esemplari. La specie è al centro di un attento monitoraggio per scongiurarne l'estinzione definitiva.
  • Amazzone imperiale (Amazona imperialis), dal tipico colore violaceo con sfumature rosa, che vive (o meglio sopravvive) nell'isola Dominica. A oggi rimangono circa 100 esemplari.
  • Cebo Dorato (Sapajus flavius), prima conosciuto anche con il nome di Cappuccina bionda. Il numero stimato di esemplari ancora presenti in natura è di circa 180.
  • Tartaruga gigante di espanola (Chelonoidis hoodensis), testuggine di grande dimensioni che vive nelle Galapagos. Solo grazie a un programma di riproduzione in cattività è stato possibile fino a oggi evitarne l'estinzione.
  • Pangolino del Borneo (Manis javanica), specie endemica con habitat naturale nel Sud-est  asiatico, oggi ancora presente solo grazie a un programma di tutela.
  • Orango di Tapanuli  (Pongo tapanuliensis), con soli 800 esemplari risulta essere a oggi la specie di grandi scimmie con il più basso numero di esemplari.
  • Elefante di Sumatra (Elephas maximus sumatranus, foto in alto), specie endemica che ha risentito notevolmente dell'azione umana. Si calcola che, negli ultimi 25 anni, questo elefante abbia perso l'80% del suo habitat originario. L'ultimo censimento fatto nel 2000 ha indicato che ne rimanevo circa 2.000 esemplari

Specie animali a rischio estinzione in Italia

Se la situazione si presenta drammatica a livello globale, le cose non migliorano nel nostro Paese. Ci sono infatti ben otto specie che rischiano in Italia. Ecco quali.

  • Canis lupus italicus, comunemente conosciuto come Lupo, abita l'Appennino. Dopo aver rischiato l'estinzione negli Anni Settanta (quando erano rimasti appena 300 esemplari), oggi la situazione è decisamente migliorata (nel 2019 si stimavano circa 2.500 unità).
  • Stambecco alpino, conosciuto anche come Capra ibex ibex. Si tratta di un ruminante selvatico originario del nostro Paese, che a fine '800 ha quasi raggiunto la completa estinzione e oggi sopravvive solo grazie alla tutela dei parchi nazionali.
  • Capovaccaio (Neophron percnopterus), piccolo avvoltoio del quale rimangono solo poche coppie nella Murgia apulo-lucana.
  • Aquila del Bonelli, conosciuta anche come Aquila fasciata. Si stima che ne esistano ormai meno di mille coppie in tutta Europa, di cui appena 50 in Sicilia.
  • Ursus arctos marsicanus (Orso Bruno Marsicano), il cui numero fortunatamente sembra destinato a crescere grazie all'impegno del Parco Nazionale d'Abruzzo (oggi circa 50 esemplari nel centro Italia).
  • Pernice bianca, volatile il cui habitat naturale è costituito dall'ambiente ostico dell'arco alpine, oggi quasi completamente scomparso a causa del riscaldamento globale.
  • Salmo macrostigma, o Trota mediterranea, quasi completamente estinta a causa dell'arrivo di trote atlantiche. La sua presenza oggi è limitata alle acque dolci del Nord Africa.
  • Nyctalus noctula, un Pipistrello. La nottola è entrata tra le specie protette nel 2017, quando la popolazione è scesa sotto il numero di 10.000 esemplari maturi.
TG Meteo Nazionale - edizione delle 07:38
Notizie
TendenzaMeteo: tra martedì 6 e mercoledì 7 fase più stabile. Peggiora l'8 dicembre? La tendenza
Meteo: tra martedì 6 e mercoledì 7 fase più stabile. Peggiora l'8 dicembre? La tendenza
Tra martedì 6 e mercoledì 7 dicembre tempo più stabile sull'Italia ma un nuovo peggioramento potrebbe segnare la Festa dell'Immacolata: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 03 Dicembre ore 10:24

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154