FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Alluvione in Emilia Romagna: la situazione dopo la notte

Ancora allerta tra Forlì e Ravenna. Molte persone sono state invitate a salire ai piani alti. L'Emilia Romagna rimane ancora in allerta rossa. Scuole chiuse, vie di comunicazione interrotte. Ecco il punto della situazione dopo la seconda notte
18 Maggio 2023 - ore 08:33 Redatto da Redazione Meteo.it
18 Maggio 2023 - ore 08:33 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

L'alluvione in Emilia Romagna ha provocato ad oggi 9 morti - ma ci sono ancora dispersi e il numero potrebbe aumentare - e diecimila evacuati. Ad esondare sono stati ben 23 fiumi e si sono registrate 250 frane. La situazione rimane piuttosto critica soprattutto tra Faenza, Forlì, Cesena e Ravenna. Ci sono tantissimi comuni ancora isolati e molti altri dove manca la luce, l'acqua potabile e le linee telefoniche sono completamente in tilt quindi è difficilissimo per le persone chiedere aiuto o mettersi in contatto con i propri cari per dare notizie sulla propria salute.

Alluvione in Emilia Romagna: ancora scuole chiuse e grossi problemi alla viabilità

La pioggia sta dando una piccola tregua dopo l'alluvione in Emilia Romagna, ma la forza dell'acqua dei fiumi esondati continua a fare paura soprattutto da Bologna a Riccione. Ci sono ancora persone da raggiungere nelle varie frazioni o nei paesini rimasti isolati per portarle in salvo. Molte vie di comunicazione sono interrotte: numerose strade sono chiuse perché inagibili, chiusa a tratti anche l'A14 e la linea ferroviaria.

Manca in diverse zone la copertura telefonica così come manca la luce e l'acqua potabile. Il sindaco di Forlì ad esempio ha sottolineato la necessità della corrente elettrica dando voce alle numerose richieste dei suoi cittadini: "In tantissimi ci segnalate la mancanza di energia elettrica in numerose vie e aree della città. Siamo costantemente in contatto con il gestore per accelerare il ripristino di contatori e quadri elettrici. Stiamo facendo il massimo ma non dipende tutto da noi".

L'allerta rossa intanto continua e ci si domanda fino a quando durerà, mentre le scuole rimangono chiuse.

Ancora paura nella notte tra Forlì e Ravenna

Cosa è accaduto nell'ultima notte? Nonostante la tregua dopo la pioggia incessante, sono giunti nuovi appelli per la cittadinanza di salire ai piani alti. Poco prima delle 22 di mercoledì 17 maggio è scattato ancora l'allarme nelle campagne a nord a Forlì perché il fiume Montone ha rotto di nuovo un argine.

Stamattina, invece, il sindaco ha lanciato un appello agli abitanti di Villanova - in provincia di Ravenna-: "Si raccomanda di salire ai piani alti, si stanno registrando innalzamenti dei livelli dell'acqua che stanno generando allagamenti delle aree circostanti". La frattura fra Reda e Fossolo ha sovraccaricato il Canale emiliano-romagnolo e tutta la rete secondaria dei canali consortili. L'acqua ha invaso le campagne circostanti e si sono registrati allagamenti anche a:

  • Russi
  • Godo
  • San Pancrazio
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Meteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Colpo di coda invernale sull'Italia dove nella seconda parte di settimana si potrebbe vedere un graduale cambiamento. Ponte del 25 aprile incerto
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile ore 03:18

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154