FacebookInstagramTwitterMessanger

Allerta meteo arancione e gialla per il 4 novembre in Italia: tutte le zone interessate

La Protezione Civile ha diramato uno stato di allerte arancione e gialla per venerdì 4 novembre in diverse regioni per rischio temporali
{icon.url}3 Novembre 2022 - ore 16:24 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
3 Novembre 2022 - ore 16:24 Redatto da Redazione Meteo.it

E' allerta meteo per la giornata di domani, venerdì 4 novembre 2022, in buona parte dell'Italia. La Protezione Civile Nazionale, infatti, ha diramato un bollettino di allerta arancione e gialla da Nord a Sud per rischio temporali, rischio idraulico e idrogeologico. Ecco tutte le regioni e zone coinvolte.

Allerta meteo arancione domani in Friuli Venezia Giulia e Lombardia

Domani c'è allerta meteo in Italia. Il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato uno stato di allerta meteo arancione venerdì 4 novembre 2022 in Friuli Venezia Giulia e Lombardia per rischio idrogeologico. Quando scatta l'allerta arancione generalmente sono previsti fenomeni molto intensi, pericolosi per l'incolumità delle persone, con danni sui beni a carattere diffuso. Non è dato sapere se le scuole saranno chiuse, visto che a disporre la chiusura degli istituti scolastici è il sindaco del Comune di riferimento. Queste le zone coinvolte dall'allerta arancione:

  • Friuli Venezia Giulia: Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino del Livenza e del Lemene;
  • Lombardia: Laghi e Prealpi orientali, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche.

Meteo venerdì 4 novembre: scatta l'allerta gialla in 12 regioni

Non solo per venerdì 4 novembre 2022 la Protezione Civile ha diramato anche uno stato di allerta pioggia di colore gialla in 12 regioni del paese. Ricordiamo che in caso di allerta gialla possono verificarsi fenomeni intensi localmente pericolosi o pericolosi per lo svolgimento di attività particolari. Queste le regioni e zone interessate dall'allerta:

  • Abruzzo: Marsica, Bacino Alto del Sangro, Bacino dell'Aterno;
  • Basilicata
  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale;
  • Campania: Piana Sele e Alto Cilento, Basso Cilento, Tanagro, Tusciano e Alto Sele, Alta Irpinia e Sannio, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana;
  • Emilia Romagna: Montagna emiliana centrale, Montagna piacentino-parmense, Collina emiliana centrale, Alta collina piacentino-parmense, Collina bolognese, Montagna bolognese, Alta collina romagnola, Montagna romagnola;
  • Lazio: Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Bacini Costieri Nord, Bacini di Roma;
  • Liguria: Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Centro, Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Ponente;
  • Molise: Frentani - Sannio - Matese, Alto Volturno - Medio Sangro;
  • Puglia: Basso Fortore, Tavoliere - bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Puglia Centrale Adriatica, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica, Salento;
  • Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Sud-Orientale, versante ionico;
  • Toscana: Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Mugello-Val di Sieve, Reno, Serchio-Garfagnana-Lima, Ombrone Gr-Medio, Ombrone Gr-Alto, Romagna-Toscana, Arno-Costa, Arno-Casentino, Isole, Lunigiana, Etruria-Costa Sud, Valdelsa-Valdera, Valdarno Inf., Etruria-Costa Nord, Bisenzio e Ombrone Pt, Arno-Firenze, Arno-Valdarno Sup., Valdichiana, Etruria, Fiora e Albegna, Valtiberina, Serchio-Costa, Ombrone Gr-Costa, Serchio-Lucca, Versilia;
  • Umbria: Chiani - Paglia, Trasimeno - Nestore, Nera - Corno, Chiascio - Topino, Medio Tevere, Alto Tevere.

Meteo allerte gialle per rischio idraulico e idrogeologico: le zone coinvolte

Lo stato di allerta diramato dalla Protezione Civile per venerdì 4 novembre 2022 riguarda anche il possibile rischio idraulico e idrogeologico. Ricordiamo che il rischio idraulico corrisponde agli effetti indotti sul territorio dal superamento dei livelli idrometrici critici durante eventi alluvionali o fenomeni temporaleschi intensi. Queste le regioni a rischio:

  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale;
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino montano del Tagliamento e del Torre, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene, Bacino di Levante / Carso;
  • Lombardia: Nodo Idraulico di Milano, Pianura centrale, Lario e Prealpi occidentali;
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento.


Infine allerta gialla di ordinaria criticità anche per rischio idro-gelologico nella giornata di domani nelle seguenti regioni e zone:

  • Abruzzo: Marsica, Bacino Alto del Sangro, Bacino dell'Aterno;
  • Basilicata;
  • Calabria: Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Jonico Settentrionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale;
  • Emilia Romagna: Montagna emiliana centrale, Montagna piacentino-parmense, Collina emiliana centrale, Alta collina piacentino-parmense, Collina bolognese, Montagna bolognese, Alta collina romagnola, Montagna romagnola;
  • Friuli Venezia Giulia: Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e GoriziaLazio: Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Bacini Costieri Nord, Bacini di Roma;
  • Lombardia: Valchiavenna, Nodo Idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Media-bassa Valtellina, Valcamonica;
  • Molise: Frentani - Sannio - Matese, Alto Volturno - Medio SangroPiemonte: Belbo e Bormida, Scrivia;
  • Puglia: Basso Fortore, Tavoliere - bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Puglia Centrale Adriatica, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica, Salento;
  • Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Sud-Orientale, versante ionico;
  • Toscana: Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Mugello-Val di Sieve, Reno, Serchio-Garfagnana-Lima, Ombrone Gr-Medio, Ombrone Gr-Alto, Romagna-Toscana, Arno-Costa, Arno-Casentino, Isole, Lunigiana, Etruria-Costa Sud, Valdelsa-Valdera, Valdarno Inf., Etruria-Costa Nord, Bisenzio e Ombrone Pt, Arno-Firenze, Arno-Valdarno Sup., Valdichiana, Etruria, Fiora e Albegna, Valtiberina, Serchio-Costa, Ombrone Gr-Costa, Serchio-Lucca, Versilia;
  • Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento.
TG Meteo Nazionale - edizione delle 19:35
Notizie
TendenzaMeteo: tra martedì 6 e mercoledì 7 fase più stabile. Peggiora l'8 dicembre? La tendenza
Meteo: tra martedì 6 e mercoledì 7 fase più stabile. Peggiora l'8 dicembre? La tendenza
Tra martedì 6 e mercoledì 7 dicembre tempo più stabile sull'Italia ma un nuovo peggioramento potrebbe segnare la Festa dell'Immacolata: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 03 Dicembre ore 01:10

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154