Allarme inquinamento: nuovo record di CO2

La concentrazione di anidride carbonica ha oltrepassato la soglia di 410 parti per milione: la “febbre” del Pianeta è sempre più alta.

| Redatto da Meteo.it

Respiriamo aria sempre più inquinata: la concentrazione di anidride carbonica in atmosfera ha raggiunto un nuovo, preoccupante record. Il 26 aprile la più antica stazione di rilevamento di CO2 al mondo, l’Osservatorio di Mauna Loa alle Hawaii, ha registrato il valore record di 412 ppm (parti per milione) e si calcola che da settembre 2016 la concentrazione di anidride carbonica non sia mai scesa al di sotto di 400 ppm.

Allarme inquinamento: nuovo record di CO2 | NEWS METEO.IT

Secondo gli esperti, il superamento della “soglia simbolo” di 400 ppm avvenuto a settembre ha rappresentato un punto di non ritorno, almeno per la nostra generazione, destinato ad avere un impatto irreversibile sul clima. L’aumento della concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera è il principale responsabile del riscaldamento globale e di diversi fattori che incidono sui cambiamenti climatici. Il 2016 è stato un anno eccezionalmente caldo: sono state registrate le temperature più alte da quando si ha disponibilità dei dati. Clicca qui per leggere l’analisi dei dati relativi al 2016.

Allarme inquinamento: nuovo record di CO2 | NEWS METEO.IT

Al momento, il 2017 sembra destinato a segnare nuovi record: i primi mesi dell’anno hanno già permesso di registrare anomalie preoccupanti. Il meteorologo Flavio Galbiati ha analizzato i dati relativi al mese di marzo, con un focus particolare anche sui cambiamenti relativi al clima dell’Italia: clicca qui per vedere il video.

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette