FacebookInstagramXWhatsApp

Venezia, la laguna continua a salire: “Nel 2150 Piazza San Marco rischia di essere sommersa”

Allarme su Venezia. "Piazza San Marco rischia nel 2150 di essere sommersa": il livello della marea e del mare continua a salire ogni anno
Clima21 Giugno 2024 - ore 10:59 Redatto da Meteo.it
Clima21 Giugno 2024 - ore 10:59 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il livello della marea della laguna di Venezia continua a salire di mezzo cm ogni anno. Un dato allarmante stando a quanto emerso dalla ricerca di un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che si occupano dello studio dell’aumento del livello del mare nel Mediterraneo.

Piazza San Marco a rischio a Venezia?

Le ultime misurazioni del Centro maree del Comune hanno riscontrato come il livello della marea della laguna di Venezia continua a salire, di anno in anno, di circa mezzo centimetro. Le ultime misurazioni riportate sono le seguenti: dai 4,22 millimetri del Lido e 4,38 di Punta della Salute fino ai 5 millimetri di Malamocco e ai 5,91 di Chioggia. Questi dati, uniti alle osservazioni satellitari del CNR e di altri istituti di ricerca, hanno lanciato l'allarme sul futuro di Venezia: entro il 2150 il livello delle acque potrebbe talmente salire da sommergere Piazza San Marco.

Uno scenario davvero preoccupante per la Serenissimaa che potrebbe convivere con Piazza San Marco costantemente sommersa da 70 centimetri d’acqua e diverse zone della città allagate. Dati alla mano la situazione è destinata a peggiorare visto che tra il 2019 e il 2023 sono stati 58 gli eventi che hanno fatto registrare 110 centimetri d'acqua in città.

Livello del mare in aumento di 1,5 metri entro il 2150: l'allarme su Venezia

Anche la ricerca di un gruppo di studiosi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), pubblicata sulla rivista “Rendiconti Lincei di Springer", ha posto l'attenzione su come il livello del mare continui a salire nel Mar Mediterraneo. Un dato preoccupante che influisce anche sulla laguna di Venezia e che è strettamente connesso al cambiamento climatico. Marco Anzidei, primo autore dello studio, ha sottolineato come l'aumento del livello marino, accelerato dalla subsidenza, lo sporfondamento del fondale, sta determinando danni irreparabili come l'erosione delle coste, ma anche spiagge sempre più piccole ed inondazioni.

"L'aumento del livello del mare, soprattutto se accelerato localmente dalla subsidenza, sta portando a un'erosione costiera sempre più grave e diffusa, all'arretramento delle spiagge e a inondazioni marine con impatti ambientali e socioeconomici molto significativi per le popolazioni", ha dichiarato Marco Anzidei, ricercatore dell'Ingv. Le proiezioni dell'Ipcc (Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici) sono chiare: entro il 2150 il livello del mare potrebbe salire di 1,5 metri. Per questo motivo Anzidei ha invitato tutti affinché si possano mettere in pratica quanto prima azioni concrete per evitare tutto ciò aiutando le zone a rischio.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Meteo, allerta caldo da bollino arancione su 7 città: il bollettino del Ministero della Salute per il 23 luglio
    Clima22 Luglio 2024

    Meteo, allerta caldo da bollino arancione su 7 città: il bollettino del Ministero della Salute per il 23 luglio

    Caldo ed afa in Italia con il Ministero della Salute che ha comunicato un bollettino di ondate di calore per il 23 luglio in 7 città: ecco dove
  • Meteo, scatta l'allerta gialla per maltempo il 23 luglio in Lombardia: ecco dove
    Clima22 Luglio 2024

    Meteo, scatta l'allerta gialla per maltempo il 23 luglio in Lombardia: ecco dove

    Il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato un nuovo bollettino di allerta meteo per maltempo in Lombardia: ecco le zone a rischio
  • Meteo, settimana con caldo e afa in attenuazione: attesi temporali sia sul Nord che sulle regioni centro meridionali
    Clima22 Luglio 2024

    Meteo, settimana con caldo e afa in attenuazione: attesi temporali sia sul Nord che sulle regioni centro meridionali

    Le previsioni meteo per la settimana del 22-28 luglio 2024 segnalano caldo e afa in attenuazione da Nord a Sud grazie a due correnti più fresche
  • Maltempo in Piemonte: grandine, pioggia battente e forti raffiche di vento
    Clima22 Luglio 2024

    Maltempo in Piemonte: grandine, pioggia battente e forti raffiche di vento

    Cosa ha causato la nuova ondata di maltempo in Piemonte dopo quanto accaduto nello scorso fine settimana? Ecco le ultime news
Ultime newsVedi tutte


Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Tendenza22 Luglio 2024
Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Le temperature torneranno ad aumentare gradualmente: da domenica 28, in particolare, il caldo diventerà di nuovo intenso e insistente
Meteo: metà settimana con caldo nella norma. Poi nuova ondata? La tendenza
Tendenza21 Luglio 2024
Meteo: metà settimana con caldo nella norma. Poi nuova ondata? La tendenza
A metà settimana il caldo rientrerà nei ranghi con valori estivi ma senza eccessi. Nell'ultima parte di settimana possibile una nuova fase calda.
Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
Tendenza20 Luglio 2024
Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
La prossima settimana segnerà finalmente la fine della lunga ondata di calore che sta interessando l'Italia: rischio di temporali e forti venti.
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Luglio ore 03:19

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154