FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Squalo bianco appena nato avvistato per la prima volta? Ecco dove e le ipotesi degli scienziati

Per la prima volta, due scienziati, potrebbero aver avvistato uno squalo bianco appena nato a 300 metri dalla costa nei pressi di Santa Barbara. Ecco le immagini e le ipotesi avanzate nell'importante studio
6 Febbraio 2024 - ore 12:14 Redatto da Redazione Meteo.it
6 Febbraio 2024 - ore 12:14 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Foto di CARLOS GAUNA

Un evento quasi unico e raro. Per la prima volta è stato possibile osservare - almeno così si pensa per ora - uno squalo bianco appena nato. Dove? Ecco la località in cui è stato immortalato e le immagini che hanno fatto il giro dei mondo sui vari media e sui social destando grande stupore. Gli studiosi sono all'opera per confermare quanto visto da due ricercatori famosi. Si attendono altri avvistamenti a riprova di ciò.

Squalo bianco appena nato: un evento raro

Per la prima volta uno squalo bianco appena nato è stato avvistato ed immortalato dai ricercatori a circa 300 metri dalla costa della California. Lungo solo 1,5 metri, il pesce cartilagineo, ha fatto subito notizia anche se non vi era ancora la certezza che fosse davvero il raro squalo bianco appena nato che nessuno, o quasi, era mai riuscito ad avvistare. La sua colorazione, tutta bianca, non corrisponde, però, al contrario di quanto suggerisce il nome, ai membri di tale specie.

Solitamente lo squalo bianco è bianco sotto e scuro sopra. Ciò gli permette di mimetizzarsi nell'ambiente, rendendo più difficoltoso per i predatori individuare una preda dal basso o dall'alto. Il bianco si confonde con la luce solare proveniente dall'alto, mentre il grigio – bluastro con l'oscurità del profondo blu.

Ad avvistarlo sono stati: Carlos Guana, conosciuto sui social come The Malibu Artist e il biologo marino Phillip Sternes dell'Università della California di Riverside. Grazie infatti all'utilizzo di un drone, lo scorso 9 luglio, nei pressi di Santa Barbara, stavano raccogliendo immagini di squali quando hanno scorto tra i vari esemplari anche questo pesce bianco che stava perdendo sostanza bianca che si è pensato potesse essere il “latte intrauterino”. Ciò ha quindi permesso di dedurre che fosse nato da poco.

L'importanza di tale scoperta: ecco le diverse motivazioni

Tale scoperta ha destato, come dicevamo, parecchio scalpore. Si attendono ancora numerose conferme che si otterranno solo con ulteriori e approfonditi studi. Ma l'avvistamento ha incuriosito numerosi scienziati per svariati motivi. Nessuno o quasi ha immortalato un esemplare di squalo bianco a pochi poco dopo la nascita o - se questa ipotesi non fosse vera - non ha mai filato un esemplare affetto da una malattia della pelle che gli permettesse di perdere pezzi in acqua durante la nuotata. Ultimo motivo? A rendere il tutto più straordinario è la possibilità di scoprire che in quell'area possono andare a partorire le femmine di squalo.

Tutti i dettagli dell'importante ricerca sul possibile avvistamento dello squalo bianco sono stati pubblicati sotto il titolo di: Novel aerial observations of a possible newborn white shark in Southern California sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Environmental Biology of Fishes.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Meteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Settimana prossima continuerà ad essere fredda, e il passaggio di alcuni impulsi perturbati porterà nuove fasi instabili: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 20 Aprile ore 21:52

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154