FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Sos riscaldamento globale: i tre principali gas serra toccano nuovi record

I dati dell’agenzia americana Noaa parlano chiaro: anidride carbonica, metano e protossido di azoto aumentano a nuovi ritmi vertiginosi. Cambiando la nostra atmosfera e provocando effetti sempre più preoccupanti
8 Aprile 2024 - ore 10:50 Redatto da Meteo.it
8 Aprile 2024 - ore 10:50 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

I tre principali gas responsabili dell’effetto serra, e quindi del riscaldamento globale, hanno raggiunto nuovi record seguendo una escalation molto preoccupante del riscaldamento globale. Senza alcun segnale di rallentamento.

La concentrazione dell’anidride carbonica, l’emissione da attività umana che incide di più sul cambiamento climatico, è arrivata a 419 parti per milione nel 2023, il metano a 1922 parti per miliardo, il protossido di azoto a 336 parti per miliardo.

A lanciare l’allarme è l’agenzia americana Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration): non solo siamo a livelli mai visti ma ormai la composizione della nostra atmosfera è stata cambiata significativamente rispetto a dieci anni fa, e non solo.

Si torna a prima della civilizzazione?

Per gli effetti combinati di uso di combustibili fossili, agricoltura e allevamento intensivi e deforestazione, i livelli di CO2 sono di oltre il 50% più elevati rispetto all’epoca preindustriale, quelli del metano addirittura del 160%.

Per quanto riguarda l’anidride carbonica, siamo a concentrazioni che ci riportano a molto prima della comparsa della civilizzazione umana. È comparabile a quella di 4 milioni di anni fa quando i mari erano molto più alti, come le temperature, e le foreste ricoprivano l’area artica.

Tra le conseguenze già ben presenti, intanto, non c’è solo l’aumento delle temperature, che ha toccato livelli mai visti, ma anche la crescita continua di eventi estremi come alluvioni, siccità, incendi e ondate di calore.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, atmosfera instabile fino al weekend del 25-26 maggio: la tendenza
Meteo, atmosfera instabile fino al weekend del 25-26 maggio: la tendenza
Condizioni meteo instabili anche nel weekend per l'arrivo di nuovi impulsi perturbati: la tendenza
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Maggio ore 09:20

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154