FacebookInstagramXWhatsApp

Nuova Zelanda, 500 balene pilota morte spiaggiate

500 balene pilota morte spiaggiate sulle coste della Nuova Zelanda. Una scena straziante, ma non è la prima volta che accade
Ambiente13 Ottobre 2022 - ore 13:11 Redatto da Redazione Meteo.it
Ambiente13 Ottobre 2022 - ore 13:11 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
© Twitter: @9NewsAUS

Centinaia di balene pilota sono morte spiaggiate sulle spiagge della Nuova Zelanda. Uno scenario drammatico quello avvistato sulle Isole Chatham, un arcipelago composto da due isole posizionate a un migliaio di chilometri a Sud Est rispetto all'Isola del Nord e all'Isola del Sud. Sono 477 i globicefali deceduti per soffocamento.

Balene morte in Nuova Zelanda: le drammatiche foto

Immagini raccapriccianti quelle mostrate sui social in cui si vedono centinaia di esemplari di balene pilota morte spiaggiate in Nuova Zelanda. L'Associated Press, infatti, ha comunicato che sono ben 477 le balene pilota arenate nelle spiagge delle Isole Chatham (Wharekauri in maori). Le balene sono morte per cause naturali, mentre altre per eutanasia praticata poi dai veterinari.

Non è la prima volta che si registra un fenomeno di questo tipo, visto che nel 2020 a Waitangi West Beach morirono 97 globicefali e tre tursiopi. E anche questa volta è una scena straziante, come ha raccontato Daren Grover, direttore generale di un organizzazione impegnata nel salvataggio dei mammiferi marini (Project Jonah) all'AFP.

Perchè sono morte 500 balene pilota in Nuova Zelanda?

L'evento di massa di morte delle balene pilota sulle spiagge della Nuova Zelanda è legato, secondo gli scienziati, al fondale marino caratterizzato da acque molto basse che possono intrappolare i cetacei in caso di bassa marea. Non solo, alcuni esperti collegano questi nefasti eventi anche all'attività solare e al campo magnetico terrestre.

Da non sottovalutare poi è il comportamento della specie marina che spinge i gruppi familiari a seguire il capo malato e/o ferito fino alla costa e poi alla spiaggia. Il Dipartimento della Conservazione della Nuova Zelanda ha deciso di non rimuovere dalle spiagge le 477 carcasse di balene pilota lasciando che la natura faccia il suo corso.

Ricordiamo che i globicefali sono odontoceti generalmente di circa 3 tonnellate di peso e di 6 metri di lunghezza. Spostarli dalla riva non è affatto semplice e per questo motivo è stato deciso di lasciarli sulle spiagge.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra
    Ambiente15 Luglio 2024

    Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra

    Tra i 9 e i 23 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno in mare. In Italia le zone più colpite: Sicilia, Sardegna e golfo di Napoli
  • Oltre 35 mila crimini legati all'ambiente nel 2023: quali sono gli illeciti più frequenti e le regioni da "bollino nero"?
    Ambiente12 Luglio 2024

    Oltre 35 mila crimini legati all'ambiente nel 2023: quali sono gli illeciti più frequenti e le regioni da "bollino nero"?

    Ogni giorno vengono commessi mediamente 97,2 crimini ambientali, pari a 4 illeciti ogni ora. I dati emergono dall'ultimo report Legambiente.
  • Stromboli, la colata lavica lungo la Sciara del Fuoco: immagini riprese col drone
    Ambiente10 Luglio 2024

    Stromboli, la colata lavica lungo la Sciara del Fuoco: immagini riprese col drone

    La colata lavica lungo la Sciara del Fuoco del vulcano Stromboli è stata immortalata in una serie di foto e immagini condivise dall'Ingv
  • Etna, il vulcanologo: “Il cratere Voragine si è alzato di 15 metri”
    Ambiente10 Luglio 2024

    Etna, il vulcanologo: “Il cratere Voragine si è alzato di 15 metri”

    Dopo le eruzioni l'Etna sembra essersi placato. Il vulcanologo Mario Mattia spiega: "Il cratere Voragine si è alzato di 15 metri"
Ultime newsVedi tutte


Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Tendenza15 Luglio 2024
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Il caldo intenso insiste per tutta la settimana con calura in aumento al Nord, in particolare nelle giornate di giovedì 18 e venerdì 19 luglio.
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Tendenza14 Luglio 2024
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Caldo afoso per tutta la settimana poi tra il 21 e il 22 luglio le temperature potrebbero calare a partire dalla Sardegna e dal Centro. La tendenza meteo
Meteo, quando finirà l'ondata di caldo? Gli ultimi aggiornamenti
Tendenza13 Luglio 2024
Meteo, quando finirà l'ondata di caldo? Gli ultimi aggiornamenti
Si profila una settimana rovente sull'Italia con caldo afoso in aumento al Nord e punte intorno ai 38-40 gradi al Centro-sud. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Luglio ore 15:40

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154