FacebookInstagramXWhatsApp

Mimose fiorite in pieno inverno, come mai?

Mimose in fiore a gennaio e natura in tilt, Coldiretti lancia l'allarme su un possibile rischio gelate che rovinerebbero le coltivazioni all'aperto
Curiosità29 Gennaio 2024 - ore 20:47 Redatto da Redazione Meteo.it
Curiosità29 Gennaio 2024 - ore 20:47 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il caldo anomalo provocato dall'anticiclone ha fatto fiorire le mimose con oltre un mese di anticipo. Dalla Liguria alla Puglia i profumatissimi fiori da sempre simbolo della festa della donna colorano di giallo le campagne, e Coldiretti lancia l'allarme: "Natura in tilt, rischio gelate".

Fioritura delle mimose con oltre un mese d'anticipo

Il caldo anomalo fa sbocciare le mimose con oltre un mese d'anticipo. L'anticiclone che ha portato temperature particolarmente miti ha causato un risveglio anticipato per molte piante.

Le giornate soleggiate e le temperature miti, con valori ampiamente sopra le medie del periodo, hanno provocato fioriture fuori stagione. Tutto ciò è una delle conseguenze del cambiamento climatico, che crea apprensione tra i floricoltori. D'altronde la mimosa è il fiore che si è soliti regalare l'8 marzo per la Festa della Donna, e vedere già alla fine di gennaio le campagne tingersi del suo caratteristico colore giallo è la prova tangibile di quanto la natura sia andata in tilt.

Allarme Coldiretti: fioriture anticipate a rischio gelate

Le insolite fioriture delle piante di mimosa a gennaio preoccupano Coldiretti, che punta il dito contro un possibile rischio gelate che rovinerebbero questo bellissimo fiore dal profumo particolare.

D'altronde il pericolo di un forte abbassamento delle temperature è piuttosto alto, e improvvisi e repentini sbalzi termici porterebbero a seri danni non solo nelle piante di mimosa, ma anche in tutte le coltivazioni all'aperto, con conseguente perdita di tutto il raccolto.

L'inverno mite e senza pioggia, ha fatto registrare finora una temperatura di quasi due gradi oltre la media storica (+1,87°), stando all'analisi Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr relativi al mese di dicembre. Alle colonnine di mercurio impazzite si sommano poi la siccità, causata in gran parte dalla mancanza di neve su diversi settori dell'arco alpino e su buona parte della dorsale appenninica, e le popolazioni di insetti dannosi per le colture, che riescono a sopravvivere per attaccare successivamente i raccolti primaverili.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Turista aggredito mentre passeggia da un orso in Trentino e portato in ospedale
    Ambiente16 Luglio 2024

    Turista aggredito mentre passeggia da un orso in Trentino e portato in ospedale

    Un turista straniero è stato aggredito mentre passeggiava a nord del Lago di Garda. È stato soccorso e portato in ospedale con ferite agli arti
  • Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra
    Ambiente15 Luglio 2024

    Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra

    Tra i 9 e i 23 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno in mare. In Italia le zone più colpite: Sicilia, Sardegna e golfo di Napoli
  • Oltre 35 mila crimini legati all'ambiente nel 2023: quali sono gli illeciti più frequenti e le regioni da "bollino nero"?
    Ambiente12 Luglio 2024

    Oltre 35 mila crimini legati all'ambiente nel 2023: quali sono gli illeciti più frequenti e le regioni da "bollino nero"?

    Ogni giorno vengono commessi mediamente 97,2 crimini ambientali, pari a 4 illeciti ogni ora. I dati emergono dall'ultimo report Legambiente.
  • Stromboli, la colata lavica lungo la Sciara del Fuoco: immagini riprese col drone
    Ambiente10 Luglio 2024

    Stromboli, la colata lavica lungo la Sciara del Fuoco: immagini riprese col drone

    La colata lavica lungo la Sciara del Fuoco del vulcano Stromboli è stata immortalata in una serie di foto e immagini condivise dall'Ingv
Ultime newsVedi tutte


Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
Tendenza16 Luglio 2024
Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
L'ondata di caldo in corso si conferma la più rilevante finora per durata, intensità ed estensione. Afa al Nord e oltre 40 gradi al Centro-Sud.
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Tendenza15 Luglio 2024
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Il caldo intenso insiste per tutta la settimana con calura in aumento al Nord, in particolare nelle giornate di giovedì 18 e venerdì 19 luglio.
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Tendenza14 Luglio 2024
Meteo, quando si attenuerà il caldo africano?
Caldo afoso per tutta la settimana poi tra il 21 e il 22 luglio le temperature potrebbero calare a partire dalla Sardegna e dal Centro. La tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Luglio ore 22:51

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154