FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Maltempo in Abruzzo, la neve tonda e la grandine imbiancano diverse località

Da Teramo a Pescara, tutta la costa abruzzese è stata interessata da pioggia battente, grandine e neve tonda. Diversi disagi sono stati riscontrati per la viabilità, ma per fortuna non si contano danni
7 Marzo 2024 - ore 12:43 Redatto da Redazione Meteo.it
7 Marzo 2024 - ore 12:43 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Nelle ultime ore il maltempo ha colpito anche in Abruzzo. Nella fascia costiera, tra Teramo e Pescara, si sono registrati diversi disagi a causa di bufere di grandine e neve tonda. Diversi gli allagamenti e i problemi per la viabilità, ma per fortuna non si sono registrati danni. Ecco le ultime news e alcune immagini che giungono dalle città più colpite dove la grandine ha imbiancato le strade come se fosse vera e propria neve.

Maltempo in Abruzzo: violenti temporali di grandine

Durante il primo pomeriggio di ieri, mercoledì 6 marzo una violenta grandinata si è abbattuta su Teramo e provincia, colpendo soprattutto la fascia costiera dell'Abruzzo. Sembrava che in città fosse caduta soffice neve bianca, ma così non era.

Intensi sono stati anche i fenomeni che si sono verificati a Pescara e provincia. Qui, oltre alla pioggia battente, si è abbattuta anche un'intensa grandinata che ha mandato in tilt il traffico sull' autostradale-asse attrezzato che porta fino a Chieti. In città si sono registrati piccolo allagamenti, ma non si contano danni.

Che cos'è la neve tonda?

Sulla costa dell'Abruzzo si è scatenato il maltempo. Pioggia battente, grandine e neve tonda. Di cosa si tratta? Il graupel o neve tonda non è altro che una forma inusuale di rovescio che si verifica in occasione di forti contrasti termici. Proprio come è accaduto ieri. Solo qualche ora prima il sole caldo splendeva nel cielo e poco dopo nuvoloni neri hanno portato forti precipitazioni.

Come ha origine la neve tonda? Grazie alla collisione di piccole gocce e un piccolo nucleo ghiacciato ovvero dall'incontro di gocce di pioggia e chicchi di grandine. Le gocce sopraffuse si ghiacciano a contatto con il nucleo donandogli opacità.

La neve tonda ha forma rotonda, come dice la parola stessa e ogni pallina ha un diametro superiore a 5 millimetri. Come distinguerla? Perché in primis è opaca ed è quindi più simile alla neve che alle palline di ghiaccio della grandine.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Meteo, aria artica e nucleo instabile in arrivo ad inizio settimana: la tendenza fino al Ponte del 25 aprile
Settimana prossima continuerà ad essere fredda, e il passaggio di alcuni impulsi perturbati porterà nuove fasi instabili: la tendenza meteo
Mediaset

Ultimo aggiornamento Sabato 20 Aprile ore 22:09

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154