FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Maltempo, Pordenone e Bassa Friulana: allagamenti a San Vito al Tagliamento

Maltempo Friuli Venezia Giulia, rovesci e temporali diffusi hanno lasciato il segno a destra del Tagliamento
17 Maggio 2024 - ore 11:44 Redatto da Meteo.it
17 Maggio 2024 - ore 11:44 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

L'ondata di maltempo che ieri ha colpito il Friuli Venezia Giulia ha causato gravi danni soprattutto a San Vito al Tagliamento e a Camino. Forti temporali anche a Udine, Gorizia e Trieste. Superlavoro per Vigili del Fuoco e Protezione civile.

Maltempo, Pordenone e Bassa Friulana sott'acqua

L'intensa perturbazione che nella giornata di ieri ha interessato il Friuli Venezia Giulia si è spostata nella notte verso l'Europa orientale, lasciando dietro di sé una scia di danni che hanno richiesto il superlavoro dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile.

Le aree più colpite sono state quelle a destra del Tagliamento, dove nella giornata di ieri sono caduti da 100 a 150 mm di pioggia, con punte di oltre 200 mm sulle Prealpi Carniche. Non è andata meglio alla pianura udinese, con precipitazioni che - nella fascia a ridosso del Tagliamento - hanno raggiunto i 130 mm di pioggia.

La zona collinare orientale ha dovuto fare i conti con 50 mm, mentre sulla zona montana sono caduti dai 100 ai 150 mm con valori leggermente inferiori nel Tarvisiano. Nel corso della notte segnalati allagamenti nel comune di San Vito al Tagliamento.

Straripamenti e strade chiuse in Friuli Venezia Giulia

La perturbazione ha causato lo straripamento di numerosi canali nella bassa pianura, in particolar modo è stata colpita la provincia di Pordenone e la zona di Latisana con allagamenti diffusi nei comuni di San Vito al Tagliamento, Cordovado, Chions, Sesto al Reghena, Zoppola, Casarsa della Delizia, Morsano al Tagliamento, Azzano Decimo, Prata di Pordenone, Pasiano di Pordenone ma anche Latisana, Codroipo, Camino al Tagliamento e Precenicco in Provincia di Udine.

Le forti piogge di ieri hanno anche riattivato il movimento franoso a monte dell’abitato di Cazzaso. Per tutta la durata dell'allerta resta chiusa la strada del Tul, nel comune di Clauzetto. Anche i guadi di Rauscedo (Vivaro) e di Murlis (Zoppola) rimangono inaccessibili.

Resta attivo il servizio di vigilanza per i fiumi in piena. Il livello di guardia di Tagliamento e Venzone - nel comune di Pordenone - rimane sotto la soglia, mentre all’idrometro di Madrisio è sopra il livello di guardia. Sorvegliati speciali anche il Livenza all’idrometro di San Cassiano, che al momento è stabile sopra al primo livello di guardia, e quello di Latisana, il cui picco è atteso per oggi intorno a mezzogiorno.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Meteo, caldo africano e picchi di 40 gradi: quanto durerà? La tendenza dal 19 giugno
Confermata la rimonta dell'anticiclone africano, che nei prossimi giorni porterà un'ondata di caldo con picchi fino intorno ai 40 gradi
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Giugno ore 06:45

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154