FacebookInstagramXWhatsApp

Lo zifio avvistato nel Mar Mediterraneo, ma non è un delfino: conosciamolo meglio

Lo zifio, con le sue incredibili capacità di immersione e il comportamento elusivo, rappresenta uno degli aspetti più affascinanti e meno conosciuti della fauna del Mar Mediterraneo. Proteggere questi cetacei e i loro habitat è essenziale
Ambiente5 Luglio 2024 - ore 10:08 Redatto da Meteo.it
Ambiente5 Luglio 2024 - ore 10:08 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Foto da Wikipedia

Il Mar Mediterraneo è una culla di biodiversità marina, ospitando una vasta gamma di cetacei. Tra questi, uno degli avvistamenti più affascinanti e rari è quello dello zifio, scientificamente noto come Ziphius cavirostris. Sebbene spesso venga confuso con i delfini, lo zifio appartiene a una categoria di cetacei molto diversa e meno conosciuta.

Caratteristiche dello Zifio

Lo zifio è un cetaceo di grandi dimensioni, che può raggiungere i 6-7 metri di lunghezza e pesare fino a 3 tonnellate. A differenza dei delfini, che sono generalmente socievoli e spesso avvistati in gruppi numerosi vicino alla costa, lo zifio è una specie pelagica e molto elusiva, vivendo principalmente in acque profonde e lontane dalla riva. La sua colorazione varia dal grigio scuro al marrone, spesso con cicatrici ben visibili causate da combattimenti intraspecifici o da interazioni con altre specie.

Habitat e Comportamento

Lo zifio è noto per le sue eccezionali capacità di immersione. È in grado di compiere immersioni fino a 3.000 metri di profondità e di restare sott'acqua per oltre due ore, stabilendo record tra tutti i mammiferi marini. Questo comportamento rende difficile il suo avvistamento e studio. Gli zifi si nutrono principalmente di cefalopodi e pesci che vivono nelle profondità marine.

Avvistamenti e Conservazione

Nel Mediterraneo, gli avvistamenti di zifio sono rari e solitamente confinati a aree specifiche come il Santuario Pelagos, un'area protetta che copre le acque tra la Liguria, la Corsica e la Sardegna. Questa regione rappresenta un importante habitat per diverse specie di cetacei, inclusi gli zifi. Nonostante la loro rarità, la presenza di zifi nel Mediterraneo è un indicatore della buona salute degli ecosistemi marini profondi​.

Differenze dai Delfini

Mentre i delfini, come la stenella striata e il tursiope, sono spesso visti giocare nelle onde e vicino alle barche, lo zifio mantiene un comportamento molto più riservato e distante. I delfini tendono ad essere più studiati e conosciuti a causa della loro maggiore interazione con l'uomo e della loro distribuzione più ampia e visibile. Gli zifi, invece, rimangono tra i cetacei meno conosciuti, con gran parte delle informazioni su di loro derivanti da spiaggiamenti piuttosto che da osservazioni dirette in mare.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video
    Ambiente18 Luglio 2024

    Mamma balena e cucciolo nuotano nelle acque dell’Asinara - Video

    Il video eccezionale di due balene, mamma e cucciolo, che nuotano tranquille vicino alla costa nel Parco Nazionale dell’Asinara
  • Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino
    Ambiente18 Luglio 2024

    Ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha ferito un turista in Trentino

    Il presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha ordinato l’abbattimento dell’orsa che ha aggredito un turista francese
  • Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta
    Ambiente18 Luglio 2024

    Sardegna: tavoli e ombrelloni su isola protetta

    Sardegna vittima di un episodio di inciviltà da parte di alcuni bagnanti sbarcati su un'isola protetta
  • Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?
    Ambiente17 Luglio 2024

    Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?

    La cenere dell'Etna sta causando problemi alla città di Catania e ai suoi abitanti. Bisogna smaltirla, ma in futuro potrebbe essere una risorsa
Ultime newsVedi tutte


Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Tendenza22 Luglio 2024
Meteo, alta pressione in rinforzo da giovedì 25: si apre una nuova lunga fase di caldo intenso
Le temperature torneranno ad aumentare gradualmente: da domenica 28, in particolare, il caldo diventerà di nuovo intenso e insistente
Meteo: metà settimana con caldo nella norma. Poi nuova ondata? La tendenza
Tendenza21 Luglio 2024
Meteo: metà settimana con caldo nella norma. Poi nuova ondata? La tendenza
A metà settimana il caldo rientrerà nei ranghi con valori estivi ma senza eccessi. Nell'ultima parte di settimana possibile una nuova fase calda.
Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
Tendenza20 Luglio 2024
Meteo: martedì 23 e mercoledì 24 luglio temporali, venti e stop caldo africano! Ecco dove
La prossima settimana segnerà finalmente la fine della lunga ondata di calore che sta interessando l'Italia: rischio di temporali e forti venti.
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Luglio ore 04:12

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154