FacebookInstagramTwitterWhatsApp

L’appello di Greenpeace: “Salviamo il paradiso delle Galapagos dalla pesca selvaggia”

Gli ambientalisti di Greenpeace vogliono creare la prima riserva mondiale in alto mare per salvare il paradiso naturale capace di ispirare l’evoluzionismo di Darwin. Tra tartarughe giganti, iguana, otarie, pinguini, leoni marini, delfini, balene e 2.900 specie marine in tutto
15 Marzo 2024 - ore 16:09 Redatto da Meteo.it
15 Marzo 2024 - ore 16:09 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

“Creiamo subito una riserva marina mondiale attorno all'arcipelago delle Galapagos: le flotte pescherecce mondiali lo stanno assediando". Gli ambientalisti di Greenpeace lanciano il loro appello, come riporta La Repubblica, per creare la prima riserva mondiale in alto mare attorno al paradiso naturale che fu, tra l’altro, tra le fonti di ispirazione per Charles Darwin della teoria dell’evoluzionismo.

Le Galapagos sono territorio dell’Equador nel Pacifico, distano mille chilometri dalle coste sudamericane. Il Trattato globale sugli oceani firmato all’Onu l’anno scorso da 88 Paesi permetterebbe di tutelarlo anche in acque internazionali. Per entrare in vigore, dovrà essere ratificato però da almeno 60 dei firmatari e finora lo hanno fatto solo in due (Cile e arcipelago di Palau, nel Pacifico).

2.900 specie assediate dalla pesca

La pesca industriale, intanto, minaccia con effetti distruttivi un ecosistema unico al mondo. Le flotte di pescherecci lo assediano, aggirandosi senza limiti fuori dalle acque territoriali della riserva equadoriana patrimonio dell’Unesco delle Galapagos (“testuggini” in spagnolo).

Una risposta internazionale all’appello di Greenpeace può salvare il futuro di un habitat unico, tra tartarughe giganti, iguana, otarie, pinguini, leoni marini, delfini, balene e 2.900 specie marine in tutto (di queste, una su 4 è endemica, vive cioè solo lì).

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, stop al caldo nei prossimi giorni: in arrivo 2 perturbazioni e aria fredda. La tendenza da lunedì 15 aprile
Meteo, stop al caldo nei prossimi giorni: in arrivo 2 perturbazioni e aria fredda. La tendenza da lunedì 15 aprile
Dopo aver portato un weekend di caldo estivo, l'anticiclone si indebolirà gradualmente dal 15 aprile: in arrivo nuove piogge e aria fredda.
Mediaset

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Aprile ore 15:36

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154