FacebookInstagramXWhatsApp

Incendio in Grecia: bruciati 81.000 ettari di terreno. L'Ue lancia l'allarme: "il più grande mai registrato in Europa"

Un devastante incendio ha colpito la regione di Alessandropoli in Grecia. L'Unione Europea in campo per spegnere il più grande incendio di sempre
Eventi estremi30 Agosto 2023 - ore 11:35 Redatto da Redazione Meteo.it
Eventi estremi30 Agosto 2023 - ore 11:35 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

La Grecia continua a bruciare. L'incendio, divampato nella regione di Alessandropoli e nella foresta di Dadia, ha causato la morte di venti persone e più di 81.000 ettari di terreno bruciati. La conferma arrivata dall'Osservatorio europeo Copernicus.

Grecia alle prese con l'incendio più grande di sempre in Europa

L'incendio divampato in Grecia fa paura. Dopo la morte di circa venti persone, tra cui migranti, due bambini e un pastore che cercava di portare in salvo il suo gregge, le fiamme continuano a divampare in tutta la regione di Alessandropoli e nella foresta Dadia. Anche la regione di Rodopi nelle ultime ore è stata colpita da roghi che hanno richiesto l'intervento immediato di 475 vigili del fuoco con 100 veicoli, sei aerei e quattro elicotteri. Le fiamme continuano a bruciare e intanto l'Unione Europea ha lanciato l'allarme. "Nella regione greca di Alessandropoli, siamo di fronte al più grande incendio mai registrato nell'Unione Europea" - ha detto Balazs Ujvari, portavoce della Commissione europea.

Non solo, il portavoce della Commissione europea ha comunicato l'impiego di più della metà dell'intera flotta aerea di Vigili del fuoco dell'Unione per spegnere le fiamme.

Incendio in Grecia, morte e distruzione: previsti risarcimenti

Un disastro senza precedenti in Grecia colpita da giorni da un terribile incendio. Le fiamme continuano a divampare con l'Unione Europea scesa in campo per fronteggiare un'emergenza senza precedenti. Proprio Balazs Ujvari, il portavoce della Commissione europea ha dichiarato: "la Commissione, in questo momento, sta coordinando gli sforzi di soccorso su vari fronti, grazie al meccanismo di protezione civile dell’Ue in tutta Europa. In particolare, nella regione greca di Alessandropoli, stiamo affrontando il più grande incendio mai registrato nell’Ue".

L'Unione Europea è al fianco della Grecia in questo momento così drammatico come ha sottolineato il portavoce della Commissione europea. "Abbiamo mobilitato - ha detto Ujvari - 12 aeromobili della nostra flotta aerea di soccorso, con oltre 400 Vigili del fuoco e 60 veicoli. La Commissione in questo momento sta coordinando gli sforzi di soccorso su vari fronti da parte del meccanismo di Protezione civile dell'Unione Europea in tutto il continente". Intanto il primo ministro greco Kyriakos Mītsotakīs ad Atene ha riunito i vari ministeri per pianificare la futura riforestazione delle zone di Evros e monte Parnete colpite dall'incendio. Non solo, il ministro greco dell'Ambiente, Theodoros Skylakakis ha annunciato che, prossimamente nelle zone colpite, inizieranno i lavori anti-alluvioni per evitare le frane causate dalle piogge autunnali. Intanto lo stato della Grecia ha annunciato risarcimenti per allevatori e agricoltori, ma anche per i cittadini che hanno perso la casa durante l'incendio.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Articoli correlatiVedi tutti


  • Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?
    Ambiente17 Luglio 2024

    Etna, la cenere preoccupa la città di Catania: da problema a (anche) risorsa?

    La cenere dell'Etna sta causando problemi alla città di Catania e ai suoi abitanti. Bisogna smaltirla, ma in futuro potrebbe essere una risorsa
  • La balena più rara del mondo: ritrovato esemplare in spiaggia in Nuova Zelanda
    Ambiente17 Luglio 2024

    La balena più rara del mondo: ritrovato esemplare in spiaggia in Nuova Zelanda

    Eccezionale ritrovamento su una spiaggia della Nuova Zelanda di un mesoplodonte di Travers, la balena più rara del mondo, mai avvistata viva.
  • Turista aggredito mentre passeggia da un orso in Trentino e portato in ospedale
    Ambiente16 Luglio 2024

    Turista aggredito mentre passeggia da un orso in Trentino e portato in ospedale

    Un turista straniero è stato aggredito mentre passeggiava a nord del Lago di Garda. È stato soccorso e portato in ospedale con ferite agli arti
  • Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra
    Ambiente15 Luglio 2024

    Rifiuti e plastica nel mare: le zone italiane maggiormente colpite: Sicilia e Sardegna ai primi posti, il rapporto Ispra

    Tra i 9 e i 23 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno in mare. In Italia le zone più colpite: Sicilia, Sardegna e golfo di Napoli
Ultime newsVedi tutte


Meteo: nel weekend temporali e lieve attenuazione del caldo. Si intravede la fine?
Tendenza17 Luglio 2024
Meteo: nel weekend temporali e lieve attenuazione del caldo. Si intravede la fine?
Nel weekend possibile transito di una perturbazione con lieve attenuazione del caldo africano. Si intravede dunque la fine dell'ondata di calore?
Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
Tendenza16 Luglio 2024
Meteo: l'ondata di caldo va oltre il weekend! Breve tregua al Nord?
L'ondata di caldo in corso si conferma la più rilevante finora per durata, intensità ed estensione. Afa al Nord e oltre 40 gradi al Centro-Sud.
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Tendenza15 Luglio 2024
Meteo: tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio apice del caldo al Nord! I dettagli
Il caldo intenso insiste per tutta la settimana con calura in aumento al Nord, in particolare nelle giornate di giovedì 18 e venerdì 19 luglio.
Mediaset

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Luglio ore 15:25

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154