FacebookInstagramTwitterMessanger

Freddo e raffreddore: ci sono alcuni miti da sfatare

È vero che il freddo fa venire il raffreddore? La risposta a questa domanda merita una attenta spiegazione, che non è così scontata
{icon.url}2 Gennaio 2023 - ore 19:41 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
2 Gennaio 2023 - ore 19:41 Redatto da Redazione Meteo.it

È davvero il freddo la vera causa del raffreddore? Il collegamento c'è, ma il rhinovirus non è la diretta conseguenza delle basse temperature.

Il freddo fa venire il raffreddore?

L'inverno è proverbialmente la stagione del freddo, il periodo dell'anno in cui si registrano le temperature più basse. Nello stesso periodo, però, si registra tradizionalmente anche un innalzamento dei cosiddetti malanni stagionali: influenza, tosse e raffreddore sono all'ordine del giorno e ci si è sempre chiesto come mai ciò avvenga proprio in corrispondenza delle basse temperature.

Dunque il freddo causa il raffreddore? Innanzitutto bisogna chiarire che il raffreddore è di origine virale e in linea teorica non è causato direttamente dal freddo; per intenderci, possiamo stare per un'intera giornata senza vestiti all'aperto in pieno inverno e non beccarci nessun malanno. Certo, potremmo risultare infreddoliti, ma non raffreddati da un punto di vista virologico; questo perché non c'è modo di contrarre il raffreddore se non si entra in contatto col relativo virus.

Come spiegato da recenti studi, c'è sicuramente una connessione tra il freddo e i malanni stagionali, ma il rapporto di causa-effetto è solo indiretto. Per intenderci meglio, le basse temperature inibiscono le capacità difensive del nostro organismo agendo principalmente sulla mucosa nasale, che ha la responsabilità di bloccare l'ingresso degli agenti patogeni nel nostro organismo attraverso il naso. Quando la temperatura scende, la mucosa perde efficienza, rendendoci più vulnerabili. Ma alla base della trasmissione virale c'è, per l'appunto, un virus; il rhinovirus, quello che noi chiamiamo "raffreddore", muore a 41 gradi ed è in grado di riprodursi a 33 gradi. È quest'ultima la temperatura dell'aria che entra nel nostro naso anche quando fa freddo, dunque se entriamo in contatto col rhinovirus è molto probabile che ci beccheremo il raffreddore.

Inoltre bisogna considerare che simili virus vivono bene negli ambienti chiusi e d'inverno usciamo raramente - se non per stare a contatto con altre persone potenzialmente già affette da virus - e cambiamo poco l'aria dei nostri ambienti. Queste sono tutte condizioni che, unite al freddo, contribuiscono sensibilmente alla trasmissione del raffreddore e di qualunque altro agente patogeno tipico dell'inverno. C'è dunque un modo per evitare il raffreddore? Sì e no, ovvero esistono delle precauzioni che si possono mettere in atto per evitare di essere contagiati, come lavarsi le mani ogni volta che si toccano altri oggetti o altre persone o, addirittura, indossare mascherine. Tutti espedienti che abbiamo già ampiamente praticato durante la pandemia da coronavirus.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 06:32
Notizie
TendenzaMeteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Meteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Da domenica 5 probabile calo termico: all'inizio della prossima settimana possibile afflusso di aria fredda con formazione di una circolazione di bassa pressione al Sud
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio ore 09:41

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154