FacebookInstagramTwitterWhatsApp

In Europa 4 persone su 5 respirano aria inquinata

Le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità sono ben diverse dai limiti di legge, tanto che la maggior parte delle persone vive in zone troppo inquinate
15 Giugno 2023 - ore 19:34 Redatto da Redazione Meteo.it
15 Giugno 2023 - ore 19:34 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Secondo un recentissimo report della Società italiana di medicina ambientale (Sima), circa l’81% della popolazione dell’Unione europea respira aria contaminata, ossia con una concentrazione di polveri sottili superiore alle soglie di sicurezza.

Un’allerta per tutti i cittadini europei che non si può ignorare, soprattutto considerando l’impatto diretto sulla salute: l’inquinamento ambientale e lo smog, infatti, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e respiratorie.

Un cambiamento necessario

Prendendo come riferimento le soglie di sicurezza sanitaria stabilite dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) del 2005, ben 4 europei su 5 vivono in zone a rischio. Secondo gli attuali limiti di legge, invece, soltanto il 21% degli europei si trova in una situazione a rischio per lo sforamento dei limiti riguardanti le polveri sottoli pm10 e pm2,5. Questi numeri ben diversi, sottolineano gli esperti, evidenziano come i riferimenti legali siano ben lontani dalle linee guida dell’Oms.

Tra le zone più a rischio c'è anche l’Italia, soprattutto nella Pianura Padana, dove la concentrazione di smog e sostanze inquinanti è non solo alta, ma anche in continuo aumento.

Il problema è parecchio grave considerando che non ci si può difendere dall’aria che si respira, se non con qualche piccola accortezza come il non fare attività fisica in mezzo al traffico cittadino o l'indossare (quando possibile) una mascherina.

Per provare a cambiare le cose, almeno parzialmente, sarebbe necessario implementare il verde urbano, ridurre le emissioni nocive, favorire la diffusione delle rinnovabili e sostituire gli impianti che immettono polveri sottili nell’atmosfera. Un cambiamento, sottolinea Sima, tanto urgente quanto necessario.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Meteo: ponte del 25 aprile molto variabile. Quando andrà via il freddo artico?
Colpo di coda invernale sull'Italia dove nella seconda parte di settimana si potrebbe vedere un graduale cambiamento. Ponte del 25 aprile incerto
Mediaset

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile ore 03:23

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154