FacebookInstagramTwitterMessanger

Bufera di neve tra Lazio e Abruzzo, auto bloccate dalla tormenta: cosa è accaduto

Auto in panne e persone bloccate per strada in mezzo alla bufera di neve nonostante gli appelli lanciati e gli avvisi di strade chiuse tra Lazio e Abruzzo. Ecco cosa è accaduto infiammando le polemiche
{icon.url}22 Gennaio 2023 - ore 15:31 Redatto da Redazione Meteo.it
{icon.url}
22 Gennaio 2023 - ore 15:31 Redatto da Redazione Meteo.it

L'allerta meteo della Protezione Civile lo aveva annunciato e la neve è arrivata, anche fin troppo copiosa. Così tra Lazio e Abruzzo sono rimaste bloccate in auto numerose persone. Ciò ha generato diverse polemiche dopo che la macchina dei soccorsi aveva già portato tutti in salvo e al caldo. Ecco cosa è accaduto.

Bufera di neve tra Lazio e Abruzzo: ecco cosa è successo nonostante l'allerta meteo

Come annunciato una bufera di neve si è abbattuta in diverse zone d'Italia nelle scorse ore, ma soprattutto su Forca d'Acero, una zona a confine tra Lazio e Abruzzo.  Qui diverse auto sono rimaste bloccate nella tormenta e si è scatenata una polemica sui social. Ben 23 persone, tra cui anche ben due neonati e tre minori, sono rimasti bloccati nell'auto sotto la neve rischiando perfino di restare ore e ore al freddo e al gelo. La strada regionale 509 che collega le due regioni e che attraversa il valico a 1.500 metri d'altezza è diventata impercorribile. La forte nevicata che sui monti ha raggiunto quasi il metro e mezzo in poche ore, ha indotto la società regionale a disporre oltretutto la chiusura dell'arteria al bivio di Sora non permettendo così di proseguire verso l'Abruzzo e di chiudere perfino l'altra regionale, la “666”, quella che parte dalla città fluviale e che poi s'immette sulla “509”.

La macchina dei soccorsi si è messa in moto e ha portato al caldo una ventina nella zona di Montetto, all'altezza di San Donato, e altre persone ad Opi, in provincia dell'Aquila. Nessuno è rimasto ferito.

A dare il via alle polemiche sui social è stato il  primo cittadino di San Donato che ha scritto: "A voi sembra normale che sedicenti turisti abbiano deciso di percorrere quella strada di montagna nonostante l'allerta neve fosse stata già diramata da ore. Le strade, sul tratto montano, sono state chiuse. Le previsioni ci avevano avvisato, i telegiornali, i giornali, i social avevano preannunciato che sarebbe stata una serata difficile e allora che si fa?? Tutti a Forca d'Acero e possibilmente al calar del sole!". Se le persone avessero ascoltato gli appelli della Protezione Civile non ci sarebbe stato bisogno di mettere in moto la macchina dei soccorsi. Oltre al danno la beffa. In queste zone sono state trovate: macchine in panne, senza catene né gomme termiche.

Neve su tutta Italia: auto bloccate dalle Marche alla Calabria e in Molise

La bufera di neve che ha colpito soprattutto il Centro - Sud nelle ultime ore ha causato numerosi disagi anche in altre zone. Quali? Notizie in merito giungono dal Molise dove molte strade sono state bloccate e centinaia di persone sono rimaste ferme per ore nelle loro auto sotto la tormenta. I problemi più gravi sono stati registrati sulla Strada Statale 17 che collega Isernia a Campobasso dove due Tir sono finiti di traverso. Traffico bloccato anche sulla Strada Statale 650 Trignina che collega Molise e Abruzzo, all’altezza del viadotto di Civitanova del Sannio.

TG Meteo Nazionale - edizione delle 06:32
Notizie
TendenzaMeteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Meteo, weekend del 4-5 febbraio con l'alta pressione ma il freddo potrebbe tornare
Da domenica 5 probabile calo termico: all'inizio della prossima settimana possibile afflusso di aria fredda con formazione di una circolazione di bassa pressione al Sud
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio ore 09:21

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154