FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Meteo, il fine settimana del 5-6 giugno sarà segnato da un cedimento dell'alta pressione

La prossima settimana l’alta pressione rischia di rimanere lontana per diversi giorni lasciando il campo libero a correnti meno calde e più umide atlantiche
3 Giugno 2021 - ore 11:51 Redatto da Redazione Meteo.it
3 Giugno 2021 - ore 11:51 Redatto da Redazione Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

Il fine settimana del 5-6 giugno sarà segnato da un cedimento dell’alta pressione e da un generale peggioramento del tempo, per l’azione congiunta di due distinte perturbazioni atlantiche: una (la n.2) in transito sull’Europa centrale e sulla regione alpina, coinvolgerà in parte anche le nostre regioni settentrionali già a partire da sabato. L’altra (la n.3), proveniente dalla Penisola iberica, attraverserà la Penisola tra domenica e lunedì, sebbene la traiettoria e la tempistica esatta restino ancora molto incerte.

L’evoluzione più probabile suggerisce un interessamento maggiore delle regioni centrali e della Sardegna, con rovesci e temporali a partire dalla tarda mattinata di domenica. Al Nord, invece, piogge e temporali dovrebbero svilupparsi maggiormente nel settore alpino, sulle regioni di Nord-Est e sulla Lombardia orientale. Massima incertezza per il Sud peninsulare, anche se non possiamo escluderne un coinvolgimento, assieme alle regioni del Centro, a partire dal pomeriggio.
L’energia in gioco inizia ad essere rilevante: le temperature sono destinate a salire fino a sabato, con valori diffusamente fino alla soglia dei 30 gradi, ma con picchi localmente superiori, mentre aumenteranno i tassi di umidità alle basse quote, complice l’attivazione di una leggera corrente sciroccale. Non si escludono, dunque, fenomeni di forte intensità e con intensa attività elettrica.

La tendenza per la prossima settimana presenta ancora un indice di affidabilità decisamente basso: l’alta pressione rischia di rimanere lontana dall’Italia per diversi giorni, lasciando il campo libero alle correnti meno calde e più umide atlantiche, in grado di rinnovare frequenti condizioni di instabilità atmosferica, con numerose occasioni per rovesci e temporali. Le temperature perderanno qualche grado tra domenica e lunedì, ma il clima resterà quello tipico dell’inizio dell’estate, con valori intorno alla media stagionale.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Meteo, da sabato 20 aprile nuovo impulso instabile: gli effetti
Piogge, venti forti e neve: si profila una fase meteo molto movimentata con clima da tardo inverno sull'Italia. La tendenza meteo dal 20 aprile
Mediaset

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Aprile ore 03:03

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154