FacebookInstagramTwitterWhatsApp

Insetti, tofu e meno carne nella dieta per salvare l'ambiente

Uno studio scozzese ha rivelato i benefici per il pianeta legati alla diminuzione del consumo di proteine animali tradizionali
9 Maggio 2017 - ore 09:00 Redatto da Meteo.it
9 Maggio 2017 - ore 09:00 Redatto da Meteo.it
Unisciti al nuovo canale WhatsApp!

La salvaguardia dell'ambiente potrebbe passare anche da un'alimentazione che preveda insetti e surrogati della carne. È questa la tesi contenuta in una ricerca dell'Università di Edimburgo secondo la quale la rapida crescita del consumo di carne nel mondo contribuisce per il 12% al totale delle emissioni di gas a effetto serra, una percentuale mai raggiunta prima.

L'inquinamento legato al bestiame

A provocare questi dati allarmanti, secondo i ricercatori scozzesi, ci sarebbero una serie di fattori legati indirettamente proprio al crescente consumo globale di carne, come il cambiamento d'uso dei terreni che porterebbe a favorire i pascoli rispetto alle colture. Una scelta che contribuisce ad aumentare il numero di fonti di gas a effetto serra come il metano, derivante dai processi digestivi del bestiame, e l'azoto rilasciato dai fertilizzanti per la produzione dei foraggi.

Nuove scelte alimentari

Una possibile soluzione al problema, secondo il capo della ricerca Peter Alexander, starebbe in un minor ricorso alla carne e, conseguentemente, agli allevamenti. Una dieta senza proteine, dunque? Non proprio: l'alternativa valida è quella di introdurre nell'alimentazione insetti e sostituti delle proteine animali, come il tofu e le proteine vegetali lavorate per confezionare prodotti specifici. “Non suggeriamo cosa mangiare - ha precisato Alexander - il nostro lavoro indica semplicemente i benefici potenziali che avrebbe il ricorso a questi cibi”. Una conclusione in linea con quella di un recente studio di Oxford secondo il quale limitare il consumo di carne contribuirebbe sia a tagliare le emissioni nocive sia a salvare mezzo milione di vite all'anno, dal momento che proprio il suo eccessivo uso sarebbe legato a disturbi come malattie cardiache, obesità e tumori.

Unisciti al nuovo canale WhatsApp!
Notizie
TendenzaMeteo, tempo instabile fino a inizio giugno: la tendenza dal 29 maggio
Meteo, tempo instabile fino a inizio giugno: la tendenza dal 29 maggio
Anche la prossima settimana sarà segnata dal via vai di perturbazioni: in parte dell'Italia condizioni meteo instabili fino a inizio giugno
Mediaset

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Maggio ore 11:20

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Direzione Business Digital - P.Iva 03976881007 - Tutti i diritti riservati - Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset - Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 - Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. - Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154